Ferrovie, Trenitalia fa causa all’app Trenit e la manda offline

Un colosso contro una startup: la questione arriva in tribunale. Il nodo sta nell'utilizzo legittimo o meno degli open data

ferrovie

Da un lato un colosso delle ferrovie come Trenitalia, dall’altro lato un’applicazione che si chiama Trenit, rivoluzionaria e soprattutto molto utilizzata da chi viaggia sulle rotaie in Italia. Basta vedere i numeri dell’app che fornisce agli utenti tutti i dati pubblici che riguardano i treni: in primisorari, prezzi e ritardi. La media voto di Trenit è di 4.8 stelle sia su Android che iOS, inoltre è stata scaricata da 3 milioni di utenti. Trenitalia ha fatto causa  a Trenit e adesso i servizi dell’app risultano sospesi. «Temporaneamente», assicurano da Londra, dove la startup fa parte del TechHub London, incubatore di nuovi progetti sponsorizzato da Google.  

Open data
La questione riguarda gli open data. Trenit, infatti, prende i dati pubblici da più siti internet, in particolare dal sito ufficiale di Trenitalia.com e da Viaggiatreno.it (di proprietà di Trenitalia), li elabora e offre delle funzionalità agli utenti delle ferrovie. Trenitalia non ci sta e quindi ha bloccato Trenit portando i proprietari dell’applicazione nella aule dei tribunali.       

Servizio sospeso
Trenit non funziona più da qualche giorno. Nella home page del sito ufficiale dell’app c’è un link che spiega nel dettaglio il motivo: «Abbiamo temporaneamente sospeso il servizio perché Trenitalia non vuole che pubblichiamo i dati (pubblici) relativi ai suoi treni e quindi ci ha fatto causa, ritenendo che l’uso che facciamo dei suoi dati sia illegittimo in quanto non autorizzato. Noi, invece, siamo convinti fin dall’inizio che il nostro operato sia pienamente lecito e non arrechi alcun danno agli operatori ferroviari. Al contrario, pensiamo che il nostro uso dei dati pubblici relativi al trasporto ferroviario arrechi un vantaggio agli operatori (visto che promuove i loro servizi). Faremo valere con forza le nostre ragioni e speriamo di tornare online al più presto perché siamo convinti che Trenit! non violi i diritti di nessuno».

All’estero
Trenit, intanto, conta di conquistare l’Europa a stretto giro: «La nostra app nasce con l’obiettivo di diventare il più importante innovatore nell’ambito di app ferroviarie. Abbiamo lanciato la app in Italia, perchè è il primo paese in Europa ad aver liberalizzato le tratte dell’alta velocità ferroviaria, con i due operatori Trenitalia (ex monopolista) e Italo (la new entry). Ci stiamo preparando a sbarcare anche in Francia, Spagna e Germania, dove entro la fine del prossimo anno verrà applicata la liberalizzazione, ed è in programma un grande potenziamento delle tratte ad alta velocità».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 − 1 =