Fi, Carfagna: «Il Sud non è un bacino elettorale da spremere e buttare»

La deputata: «Senza il Mezzogiorno non si vince, non si governa, l'Italia non cresce e non migliora»

Forza Italia

I voti del Sud Italia saranno l’ago della bilancia nelle prossime elezioni. Ne è convinta Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Fi. Tra Lega e Forza Italia, intanto, le trattative d’intesa continuano, anche se da Palazzo Grazioli è arrivato un secco no all’ipotesi di un accordo con il Carroccio che comporti una lista elettorale unica.   

Alle urne
«La battaglia elettorale, se si andrà al voto, si vincerà al Sud esattamente come è successo nel 2018. Ma il Sud non si può utilizzare come bacino elettorale da spremere e buttare. Tra i punti sensibili del confronto del centrodestra c’è la necessità di riequilibrare programmi e priorità per parlare agli elettori dell’altra metà d’Italia, disillusi dalle politiche del governo e in cerca di nuovi riferimenti politici», ha detto la Carfagna, nata a Salerno, città dove tra l’altro ha conseguito la laurea in giurisprudenza.

Credibilità
«Solo Forza Italia può farlo con credibilità e con una base di consenso già acquisita e solida nel Mezzogiorno – continua l’esponente di Fi – Trascurare questo dato è impossibile, non c’è formula che possa garantire il successo senon si impone come priorità un chiaro messaggio di attenzione e di concretezza agli elettori del Sud». 

Il messaggio alla Lega
Mara Carfagna, poi, si rivolge alla Lega e di riflesso a Matteo Salvini, numero uno del Carroccio, al primo posto nei sondaggi elettorali: «Forza Italia ne è già in larga parte consapevole ma voglio dirlo anche ai colleghi della Lega, che già immaginano una campagna facile e sicuramente vittoriosa: senza il Sud non si vince, non si governa, l’Italia non cresce e non migliora».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here