Fi, Mulè al M5S: «Ridicolo governare un po’ con la Lega e un po’ con il Pd»

Il deputato azzurro: «Noi siamo pronti per andare al voto con il centrodestra unito»

governo

Giorgio Mulè, deputato di Fi, boccia in pieno il M5S, che sta passando dalla Lega al Pd come alleato per governare. Questione di credibilità, in primis. «Non è e non potrebbe essere credibile un governo che ha come suo attore principale il Movimento 5 stelle, vittima e carnefice del peggior trasformismo repubblicano: governare un po’ con la Lega e un po’ con il Pd è cosa ardita, oltre che ridicola e che tradisce la totale mancanza di base culturale e di visione politica», spiega l’esponente di Fi in una nota.

Giro di giostra
Mulè continua il ragionamento anti-M5S: «Hanno votato il decreto sicurezza e ora sono disposti a cassarlo, sono andati in Europa a sostenere i Gilet Gialli e ora sono disposti ad aprirsi ad un europeismo convinto, hanno enfatizzato rapporti commerciali con la Cina snobbando la Nato e ora li troviamo disponibili ad un filoatlantismo inclusivo, hanno in tutti i modi svilito il Parlamento inneggiando alla finta democrazia diretta e ora dovrebbero riconoscere come via maestra la democrazia rappresentativa e così via su tasse, ricette economiche o sociali… e tutto per che cosa? Per evitare le elezioni… Eccoli pronti per l’ennesimo contrattuccio di governo, per l’ennesimo giro di giostra». In chiusura la ricetta per rilanciare il Paese con Fi, Lega e Fdi al comando: «Noi siamo pronti per andare al voto con il centrodestra unito».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − dodici =