‘Fine pena mai’, Strasburgo condanna l’Italia  

Secondo la Corte europea dei diritti umani l’ergastolo ostativo, il cosiddetto ‘fine pena mai’, è contrario all’articolo tre della Convenzione europea per i diritti umani che vieta i trattamenti e le punizioni inumane e degradanti. La sentenza della Corte di Strasburgo è relativa al caso di Marcello Viola, condannato all’ergastolo per associazione mafiosa, omicidi e rapimenti. La sentenza non comporta la liberazione di Viola, ma l’Italia è condannata a pagargli 6mila euro di spese legali. 

(Fonte: Adnkronos)