Flat tax, Siri: «Proposta della Lega. Deciderà il governo se farla propria»

L' ex sottosegretario ha spiegato, al Sole 24Ore, i dettagli della proposta presentata dal Carroccio e ha risposto alle polemiche sulla sua presenza all'incontro con i sindacati al Viminale

flat tax

La flat tax sarà un provvedimento a misura di famiglia. A spiegare tutti i dettagli, in un’intervista a Il Sole 24Ore, è l’ex sottosegretario alle Infrastrutture, Armando Siri, che precisa come il progetto debba essere considerato come una proposta della Lega: «Dovrà decidere il governo se farla propria».

I dettagli
Nel provvedimento presentato da Siri, la flat tax al 15 per cento si applicherà ai single monoreddito fino a 30mila euro, ai nuclei familiari fino a 55mila che potranno essere estendibili a 65mila euro, conti permettendo, per famiglie con due o più redditi.

Risposta alle polemiche
Durante l’intervista, oltre alle misure economiche, sono state affrontate anche le vicende giudiziarie che riguardano Siri e le contestazioni da parte delle varie componenti politiche sulla sua presenza al tavolo organizzato al Viminale con le parti sociali. Su questi punti l’ex sottosegretario ha spiegato: «Non voglio fare polemiche, lavoro. Cerco di dare il mio contributo, sono senatore e continuo a svolgere con il massimo impegno il mio ruolo e la mia missione».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici − 4 =