Forza Italia, Brunetta: «M5S è fortemente anti-impresa»

Il deputato: «Sta provocando un esodo di aziende senza precedenti. Guardando i dati dei tavoli di crisi attualmente in corso al ministero dello Sviluppo Economico, c'è di che spaventarsi»

manovra
Renato Brunetta (foto da Facebook)

Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia, mette il focus sul tema lavoro e non fa sconti al governo: «Ad un clima a crescita zero nel nostro Paese, si aggiunge quello fortemente anti-impresa del Movimento Cinque Stelle che, dopo aver tagliato 1 miliardo di euro di incentivi alle imprese con la clausola “salva deficit”, sta provocando un esodo di aziende senza precedenti. Guardando i dati dei tavoli di crisi attualmente in corso al ministero dello Sviluppo Economico, c’è di che spaventarsi».

Ilva e non solo
«A rischio, infatti, ci sono circa 300 mila posti di lavoro, e i casi più delicati – aggiunge l’esponente di Forza Italia – sono quelli della Whirpool di Napoli e dell’Ilva, per la quale la nuova proprietà di Arcelor-Mittal ha minacciato la chiusura del sito di Taranto dal prossimo settembre, nel caso il governo non riveda subito le norme sull’immunità. Gli esperti del settore ci scommettevano che sarebbe andata a finire così, con la nuova proprietà che, dopo aver acquisito la quota di mercato, ora dismette il sito, considerato non profittevole e con un rischio di danno ambientale in corso. Ma il problema dell’Italexodus sta diventando una vera e propria emergenza nazionale, dal momento che la coda per portare la sede delle aziende all’estero si allunga sempre di più, dopo i casi di FCA e Mediaset. Come biasimare gli imprenditori, quando un governo si permette, come ha fatto ieri, di accusare a mercati aperti una società come Atlantia di essere decotta, facendogli perdere milioni di euro in pochi minuti?».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 + 7 =