Forza Italia, Mulè: «Per il governo è troppo forte il richiamo del potere»

Il deputato: «L'unica occupazione che gli importa è quella delle poltrone. E su questo sono davvero insuperabili»

manovra
Giorgio Mulè (foto da Facebook)

Carlo Bonomi, imprenditore del settore biomedicale e presidente di Assolombarda Confindustria Milano, Monza e Brianza e Lodi (comprende circa 6000 imprese), ha messo nero su bianco, su “il Foglio”, il suo pensiero sull’attuale situazione dell’Italia. Insomma, ha fatto un «bilancio di un anno perduto per la crescita, tra errori e miopie di un governo litigioso». Di più. «Nessuna polemica, solo e purtroppo un dato di fatto. Il nostro compito come rappresentanti delle imprese è batterci per sviluppo del Paese che merita il meglio», continua Bonomi. Un consiglio da attuare? «Una decontribuzione permanente, non a tempo e non per tipo di contratto, ma strutturale. Lo ripetiamo da tempo: abbattiamo cuneo fiscale totalmente a favore dei lavoratori. Più soldi in tasca a più italiani». 

Mulé 
L’approfondimento di Bonomi, è piaciuto a Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce unico di Camera e Senato, che in una nota ha commentato: «Se solo al governo fossero umili e non arroganti, se solo avessero a cuore il futuro del Paese piuttosto che il presente delle loro poltrone dovrebbero fare tesoro della lunga, amara ma verissima riflessione di Carlo Bonomi, imprenditore e rappresentante degli imprenditori lombardi. Basterebbe leggere le prime parole: “Un anno perduto per la crescita italiana”. E giù giù con un’analisi impietosa che mette fine alle bugie anche su occupazione, Mezzogiorno e investimenti. Ma i signori della maggioranza non staranno a sentire, troppo forte il richiamo del potere: l’unica occupazione che gli importa è quella delle poltrone. E su questo sono davvero insuperabili». 

Gelmini
«
La cronaca di un anno perduto per la crescita di Carlo Bonomi è inappuntabile. La legge di bilancio del governo gialloverde è la madre di tutti gli errori. L’Europa ha sue colpe, ma sono le scelte dell’esecutivo che ci hanno portato sul ciglio del burrone», è il pensiero di Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia, che ha puntato il dito contro la legge di bilancio firmata da Lega e M5S. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 + undici =