Forza Italia risponde al reddito di cittadinanza con la leva militare

Presentata la proposta di legge: è su base volontaria, dure 6 mesi e assegna crediti formativi universitari

forza italia

«No al reddito di cittadinanza, sì alla leva militare». E’ la sintesi della sintesi della conferenza stampa andata in scena alla Camera, durante la quale Forza Italia ha presentato una proposta di legge per introdurre la leva militare su base volontaria di 6 mesi per i ragazzi tra i 18 e i 22 anni in cambio di un attestato e di crediti formativi universitari. Insomma, nessun ritorno alla leva obbligatoria, messa in soffitta proprio dal governo Berlusconi. Il primo firmatario Matteo Perego ha spiegato la proposta nel dettaglio: «Si basa su due principi fondamentali: da un lato la libertà di scelta da parte dei nostri giovani di decidere quale percorso educativo intraprendere; dall’altra l’importanza delle forze armate nel percorso educativo dei giovani. La proposta prevede un percorso formativo su base volontaria di 6 mesi rivolto ai cittadini italiani tra i 18 e 22 anni. Oltre all’attestato che certifica la bontà del percorso intrapreso, vengono rilasciati dei crediti formativi universitari. Tutto questo a prescindere dalle scelte universitarie e professionali dei ragazzi. Perché l’idea? Perché ai giovani manca il senso di appartenenza alle istituzioni della Repubblica, il senso dell’importanza della difesa del Paese, la conoscenza delle minacce alla sicurezza, l’importanza della difesa cibernetica nazionale. E da ultimo l’importanza di mettere in contatto i ragazzi con le realtà imprenditoriali del comparto della difesa, che rappresentano tra l’altro un’eccellenza del made in Italy».

L’attacco al M5S
«Crediamo che questo sia il metodo migliore per creare la classe dirigente del futuro. Da padre voglio questo per mio figlio, non il reddito di cittadinanza. Sono convinto della bontà della proposta, ai giovani bisognare dare speranze e sogni, non sussidi», ha aggiunto Matteo Perego. 

Presente la Gelmini
Ha partecipato alla conferenza stampa anche il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini: «Speriamo che la proposta diventi realtà, il partito è unito». Presenti il vice capogruppo azzurro alla Camera e responsabile del Dipartimento Difesa e Sicurezza di Forza Italia, Elio Vito, il deputato e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato, Giorgio Mulè. Tutti hanno escluso che la possibilità della reintroduzione della leva obbligatoria, che piace tanto a Matteo Salvini e alla Lega.

   

 

 

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

nove − 1 =