Fumatori, si fa dura: M5S propone di vietare le sigarette al volante

Non è la prima volta che si pensa di introdurre regole più ferree. Il 16 per cento degli incidenti stradali è causato dalla distrazione di chi guida

Un altro divieto è in arrivo per i fumatori italiani. Se passerà la proposta di legge del M5S non si potrà più fumare mentre si è alla guida. La norma di riferimento al momento dice che è vietato accendersi una sigaretta in automobile con a bordo minori e donne in gravidanza e in prossimità degli ospedali (sia in sosta che in movimento). La multa può anche sfondare quota 500 euro. Non è comunque la prima volta che si pensa di introdurre regole più ferree per contrastare i guidatori-fumatori. Stavolta si può davvero arrivare fino in fondo. «Finalmente ribadiamo il concetto per cui il fumo nuove gravemente anche alla sicurezza stradale oltre che alla salute delle persone. Per questo la nostra proposta di legge che va a modificare il codice della strada estende il divieto di fumo per chi è alla guida anche non in presenza di minori e donne incinte. Il 16 per cento degli incidenti stradali è causato dalla distrazione di chi guida e il fumo è uno dei principali fattori di distrazione insieme all’utilizzo di smartphone e altri device. In questo modo, potremo tutelare tutti gli utenti della strada, soprattutto i più vulnerabili, tra cui pedoni e ciclisti, e donare a tutti i cittadini città e strade più sicure», spiega in una nota Arianna Spessotto, deputata del Movimento 5 Stelle in commissione Trasporti alla Camera, tra i firmatari della proposta di legge di modifica al codice della strada depositata alla Camera. 

Il passato della sigaretta
Un tempo si poteva fumare dentro i cinema, nelle scuole, nelle discoteche, in aereo e in treno. La prima legge di contrasto al fenomeno risale al 1975, ma bisogna aspettare il 2003-2004 per vedere sopprimere abitudini radicate, come la carrozza per fumatori sui treni. Insomma, è sempre più dura la vita per chi ama il tabacco, costretto a tirare boccate all’aperto o al massimo dentro la propria abitazione. In Italia si può ancora fumare per strada, ma di questo passo è probabile che in futuro scatteranno nuovi divieti. A New York, per esempio, non si può fumare in determinate aree pedonali, in primis a Times Square e Central Park. In Giappone, in particolare a Tokyo, funziona al contrario: si può fumare al ristorante o dentro ai bar, ma non se ti trovi nei tavolini fuori o per strada (escludendo le smoking area). La motivazione? Perché le sigarette sporcano. Laggiù la cosa pubblica ha un valore diverso e viene prima della salute della collettività…   

Pene più severe e fake news
Ricapitolando: no secco alla nicotina, sotto ogni forma (anche la sigaretta elettronica). Nel frattempo sono  circolate voci che si volesse eliminare la possibilità di usare gli auricolari mentre si è alla guida. Un mucchio di fake news. «Rassicuriamo sul fatto che l’uso dell’auricolare continuerà ad essere consentito, come espressamente previsto dal nostro testo». Così in una nota i portavoce del MoVimento 5 stelle in commissione Trasporti alla Camera dei deputati. «La nostra proposta di legge inasprisce le sanzioni per chi utilizza dispositivi mobili durante la guida. Nello specifico, per chi utilizza “smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante di guida”. Una misura necessaria, come auspicato anche dalla polizia stradale, a causa dell’uso diffuso dei social network e dei sistemi di messaggistica per scrivere, leggere messaggi e fare foto. Il dettato della norma è chiaro: chi allontana le mani dal volante per utilizzare questi device sarà sanzionato, mentre dispositivi di viva voce e auricolari si potranno usare tranquillamente. Per chi infrange il divieto sono previste sanzioni amministrative molto pesanti – concludono – con decurtazione dei punti e sospensione della patente di guida fino a tre mesi o sei se recidivi».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × quattro =