Fumetti: in ‘Il Principe e la sarta’ la bellezza di essere se stessi  

Un principe con un segreto e un’umile sarta con un grande sogno. Sono questi i giovani protagonisti del graphic novel ‘Il principe e la sarta’ di Jen Wang, sceneggiatrice, fumettista e illustratrice di origini asiatiche naturalizzata americana, in libreria per Bao Puplishing. Il racconto ci porta nel mondo gender-fluid del cross dressing (che significa vestire abiti che sono comunemente associati al ruolo di genere opposto al proprio) grazie ad un personaggio fuori dai canoni, una misteriosa e incantevole icona della moda: Lady Crystallia.  

Il principe Sebastian, sedici anni, è destinato ad un matrimonio combinato, ma non ci pensa troppo. È molto impegnato a nascondere la sua vita segreta a tutti, quella da cross dresser, in cui ama vestirsi in abiti femminili. C’è poi l’incontro con la giovane e promettente sarta Lady Crystallia, icona della moda e delle feste notturne. Ma nessuno sa che sotto la parrucca di quella spumeggiante fashion star c’è una futura testa coronata.  

Un libro per tutte le età che celebra la bellezza di essere se stessi, un messaggio di amicizia e comprensione di sé, una storia che racconta la bellezza della moda, la difficoltà di avere a che fare con i pregiudizi, i primi batticuori e la necessità di scriversi da soli il proprio destino. Jen Wang è conosciuta principalmente per essere co-fondatrice e organizzatrice del festival di fumetti di Los Angeles ‘Comic Arts LA’. Tra i suoi lavori, i disegni per Adventure Time e i suoi graphic novel ‘Koko Be Good’, ‘In Real Life’ e ‘Il principe e la sarta’. 

(Fonte: Adnkronos)