Generazioni a confronto: baby boomers e centennials

Un'indagine realizzata dall'Istituto Swg evidenzia quali siano i lavori e i simboli del successo per gli appartenenti alle due categorie

generazioni

Cosa sognano gli appartenenti ai baby boomers e alla generazione Z e quali sono gli status che ricercano per considerarsi persone di successo? A rivelarlo è un’indagine realizzata dall’Istituto Swg che ha stilato una classifica dei simboli e delle professioni di successo per le due generazioni.

Gli status symbol
Per i baby boomers, nati tra il 1946 e il 1964, per sentirsi realizzati conta soprattutto essere una persona di cultura (43 per cento), poter gestire il proprio tempo (34 per cento) e potersi permettere abiti sartoriali (24 per cento). In fondo alla classifica, con il 16 per cento delle preferenze, il poter fare una vacanza in luoghi esotici. Di tutt’altro tipo, invece, i desideri degli appartenenti alla generazione Z, i cosiddetti Centennials nati tra il 1997 e il 2010: si va dal possedere il cellulare più in voga del momento (38 per cento), al vestire abiti griffati (33 per cento) o avere tanti follower sui social (32 per cento). Poco riscontro il poter andare in una trasmissione televisiva (19 per cento) o avere un bel fisico (19 per cento).

I lavori di successo
Si riscontrano differenze, seppur non così marcate, anche per quanto riguarda le professioni. Se, infatti, essere un manager (32 per cento) o un imprenditore (30 per cento) vuol dire, per un baby boomer, aver raggiunto il successo in campo lavorativo, queste due posizioni vengono indicate anche dai Centennials (essere un imprenditore al 37 per cento e un manager al 34 per cento). Tuttavia, al primo posto come professione più desiderata dai giovanissimi c’è un lavoro che permetta di girare il mondo (43 per cento).

generazioni
(Fonte: https://www.swg.it/radar)