Genova, le banche sospendono le rate dei mutui per la durata del periodo d’emergenza

Da Intesa Sanpaolo una polizza per i minori che hanno perso uno o entrambi i genitori nel crollo del ponte

Genova

Via libera alla sospensione del rimborso dei mutui collegati al crollo del Ponte Morandi a Genova, per tutto il tempo in cui sarà in vigore lo stato di emergenza. Lo ha annunciato il direttore generale dell’Associazione bancaria italiana, Giovanni Sabatini, in una nota. La decisione è stata assunta sia in via autonoma da alcune banche sia in termini più generali attraverso un’ apposta ordinanza della Protezione civile del 20 agosto, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 22 agosto, ordinanza che dà attuazione all’accordo stipulato dall’Abi, dalle associazioni dei consumatori e dalla protezione civile nel 2015 proprio per contribuire a far fronte tempestivamente ad eventi calamitosi.

Per quanto riguarda le iniziative specifiche delle banche, il Gruppo Intesa Sanpaolo aveva già comunicato  la decisione di avviare una serie di interventi per venire incontro alla situazione di emergenza creatasi in seguito al crollo. In particolare, la banca ha deciso di procedere con la remissione unilaterale dei mutui prima casa a favore di tutti coloro che si trovano a pagare un finanziamento per un immobile sito nella cosiddetta “zona rossa” che verrà dichiarato inagibile e non più abitabile oppure abbattuto. A tale scopo il Gruppo fa sapere che è stato stanziato un plafond di 4,5 milioni di euro. A tale importo, si aggiunge l’attivazione della moratoria dei finanziamenti che prevede la sospensione di 12 mesi gratuita e volontaria dei finanziamenti a privati ed imprese.

Il Gruppo ha inoltre messo a disposizione di famiglie e imprese un plafond di 50 milioni di euro di finanziamenti dedicati alla ricostruzione e al ripristino delle strutture danneggiate: abitazioni, negozi, uffici, laboratori artigiani e aziende.

Tutti i minori di età che nell’evento hanno perso uno o entrambi i genitori beneficeranno di una polizza vincolata fino al raggiungimento della maggiore età che prevede un capitale garantito di 100.000 euro nel caso di perdita di un genitore e di 200.000 euro se sono mancati entrambi i genitori. Inoltre, il capitale garantito verrà incrementato del 50 per cento nel caso in cui il ragazzo completerà il percorso di studi fino al conseguimento della laurea, coerentemente fino a un massimo di 300.000 euro.

 

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici − 10 =