Gianfranco Librandi su Matteo Salvini: “Potrei iscrivermi alla Lega, sul lockdown prima cosa sensata degli ultimi 10 anni”

“Oggi mi potrei iscrivere al partito di Matteo Salvini”. Anche se in maniera ironica, il renziano Gianfranco Librandi a Coffee Break ha ammesso che la posizione del segretario della Lega sul lockdown mascherato da coprifuoco è condivisibile. “Ha detto che vuole capire bene cosa sta succedendo – ha sottolineato il senatore di Italia Viva – sapete benissimo che la mia posizione è sempre contro di lui, però questa sul lockdown è la prima cosa sensata che gli sento dire negli ultimi dieci anni”. “Addirittura?”, lo ha provocato la giornalista Laura Tecce, con Librandi però che non si è fatto trascinare nella polemica e anzi ha risposto di nuovo con l’ironia: “Mi potrei addirittura iscrivere al suo partito”. Di certo c’è che se persino i renziani la pensano come Salvini sul nuovo Dpcm, allora forse a Palazzo Chigi qualcosa hanno sbagliato. E sembrano intenzionati a persistere nell’errore a colpi di decreti che non servono a nulla per rallentare la seconda ondata di coronavirus.