Giochi e scommesse, in Italia le imprese del settore aumentano del 6,9 per cento

Nel 2018 sono 11.139 le aziende attive in questo campo con Napoli che ne conta ben 1.307 (l'11,7 per cento del totale nazionale), seguita a ruota da Roma e Milano

imprese del settore gioco

Cresce il numero delle imprese del gioco in Italia. Secondo i dati elaborati dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi (su dati del registro imprese 2018 e 2017 relativi alle sedi di impresa e alle localizzazioni attive specializzate nel gioco – dichiarata quale attività esclusiva o principale), nel 2018 le aziende attive nel settore sono 11.139, in aumento del 6,9 per cento rispetto al 2017 quando erano 10.418. Si tratta soprattutto di attività connesse con le lotterie e scommesse tra sale gioco anche su internet e bingo, bookmakers e ideazione concorsi (6.136 a livello nazionale) e gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro (3.733 in Italia).

La classifica regionale
Prima nel Paese per attività legate a gioco e scommesse è Napoli che conta 1.307 imprese (l’11,7 per cento del totale nazionale, in aumento del 4,6 per cento in un anno), seguita da Roma (904 imprese, 8,1 per cento del totale e +4,8 per cento in un anno) e Milano (480 imprese, 4,3 per cento del totale nazionale e in aumento del 9,1 per cento). Vengono poi Bari, Salerno e Caserta. Per crescita del settore tra 2017 e 2018 prime, invece, sono Nuoro, Vicenza e Novara seguite da Cagliari, Ragusa e Benevento, tutte con crescite tra il 20 per cento e il 30 per cento.

Nel settore del gioco la Lombardia rappresenta circa un ottavo del totale italiano (11,7 per cento). Dopo Milano, per numero di imprese, vengono Brescia (205), Bergamo (140) e Varese (90) mentre il settore cresce di più a Sondrio (+15 per cento), Brescia (+14,5 per cento) e Monza Brianza (+10,4 per cento).

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti + 8 =