Giornalisti: Camilli e Petrovec vincono il ‘Premio internazionale Cristiana Matano’  

Janko Petrovec (Rtv Slovenija) per la stampa estera, Annalisa Camilli (Internazionale) e Francesco Paolucci (TV 2000) per la stampa italiana, e Daniele Bellocchio (L’Espresso), giornalista emergente, sono i vincitori della quarta edizione del Premio giornalistico internazionale “Cristiana Matano”, dedicato alla giornalista prematuramente scomparsa l’8 luglio 2015. Tema dell’edizione 2019, “Lampedusa e il Mediterraneo, le vie dell’accoglienza e della bellezza”. Lo ha deciso la giuria del Premio composta da Riccardo Arena (Giornale di Sicilia), Gaspare Borsellino (Italpress), Felice Cavallaro (Corriere della Sera), Raffaella Daino (Sky), Enrico Del Mercato (La Repubblica), Roberto Gueli (Rai), Xavier Jacobelli (Tuttosport), Francesco Nuccio (Ansa), Elvira Terranova (AdnKronos), Trisha Thomas (Associated Press). 

Oltre 60 elaborati arrivati, tutti di ottimo livello: contengono testimonianze, fatti e reportage – legati a Lampedusa e al Mediterraneo – inerenti ai valori della solidarietà e dell’integrazione, al fenomeno delle migrazioni, allo sviluppo del turismo e alla bellezza del territorio, alla salvaguardia del paesaggio e dell’ambiente. Il premio è riservato ai giornalisti italiani iscritti all’Ordine e ai giornalisti stranieri autori di articoli, inchieste e servizi andati in onda e/o pubblicati su carta stampata, tv, radio, agenzie di stampa e testate online, tra il 9 luglio 2018 e l’8 giugno 2019. 

“Siamo soddisfatti della qualità e della quantità degli elaborati pervenuti, mai così numerosi come quest’anno, segno inequivocabile che il Premio cresce ed è apprezzato. Il mio ringraziamento va alla giuria che ha lavorato bene in tempi davvero ridotti”, è il commento di Filippo Mulè, presidente dell’Associazione “Occhiblu”, la onlus che organizza il Premio. 

La manifestazione scatterà il 6 luglio sera con lo spettacolo teatrale “Da questa parte del mare” con Giuseppe Cederna. Il 7 “Lampedus’amore corre”, una passeggiata non competitiva che raggiungerà la Porta d’Europa, il monumento simbolo di accoglienza e integrazione, con la partecipazione degli olimpionici Rachid Berradi e Osama Zoghlami. Nella serata del 7 lo spettacolo musicale con Brunori Sas, Mario Incudine e Chris Obehi. La giornata dell’8 si aprirà all’aeroporto di Lampedusa con il convegno “Lampedusa e il Mediterraneo, le vie dell’accoglienza e della bellezza”, al quale prenderanno parte il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, il sindaco di Lampedusa Salvatore Martello, il medico ed europarlamentare Pietro Bartolo, giornalisti e scrittori.  

La cerimonia di consegna dei premi giornalistici Cristiana Matano, sempre a Lampedusa, in piazza Castello, è prevista alle 21,30 dell’8 luglio. Durante la serata, presentata Simona Branchetti (Tg5) e Salvo La Rosa (Rtp-Tgs) e ripresa da TGS, con la partecipazione dell’attore Ernesto Maria Ponte e del musicista Roy Paci, un premio speciale verrà assegnato ad Amnesty International, l’organizzazione che lotta in difesa dei diritti umani. Riconoscimenti anche alle eccellenze lampedusane e agli studenti delle Pelagie. 

“Lampedus’amore” è organizzata con il patrocinio di Camera dei Deputati, Regione siciliana-Assessorato Turismo Sport e Spettacolo, Comune di Lampedusa e Linosa, Comune di Palermo, Teatro Massimo, Coni, Ordine nazionale dei giornalisti, Ordine dei giornalisti di Sicilia, Federazione nazionale della Stampa italiana, Assostampa siciliana e di Palermo, Ussi. 

  

(Fonte: Adnkronos)

Annunci