Giornata Mondiale della sindrome di Down: «C’è poco da festeggiare» 

Il messaggio è stato lanciato con un video dall'associazione CoorDown Onlus, che ha come hashtag #LeaveNoOneBehind

«Non abbiamo tanti motivi per festeggiare la Giornata Mondiale della sindrome di Down. Quando tutti noi avremo più opportunità a scuola, più opportunità nelle nostre comunità, più opportunità di lavoro, allora avremo molte ragioni per festeggiare questo giorno». Il messaggio è stato lanciato con un video dall’associazione CoorDown Onlus nella Giornata Mondiale della sindrome di Down, che ha come hashtag #LeaveNoOneBehind (traduzione: Non lasciare nessuno indietro).

La campagna di sensibilizzazione internazionale ha l’intento di denunciare quanto ancora siano lontani gli obiettivi di pieno rispetto dei diritti e uguale accesso alle opportunità per le persone con sindrome di Down. L’inclusione resta il tema cardine anche nel 2019, secondo i rappresentanti dell’associazione CoorDown Onlus : le pari opportunità nello studio, nel lavoro e nella vita sociale sono ancora delle conquiste da ottenere, per le quali combattere ogni giorno.