Giù le mani dal Presidente Gallo

Reggina

Nella giornata odierna è giunta la notifica di conclusione delle indagini della Procura Federale in merito alla maglia indossata dal presidente Luca Gallo il 12 ottobre 2019. Si giocava Reggina-Catanzaro, una gara importante per campanilismo quanto per la classifica. Al minuto 87 il colpo di testa di Corazza ha letteralmente fatto impazzire di gioia tutti i tifosi di fede amaranto. Tutti, per l’appunto. Compreso (ovviamente) il primo tifoso.

E allora ci chiediamo e vi chiediamo: esultare per un gol esibendo una maglia che non ha alcun secondo fine è una colpa? Festeggiare per la vittoria di una partita che con il senno del poi si è rivelata un crocevia per la stagione è una colpa?

Lungi da noi volerci sostituire agli organi preposti, intraprendere un procedimento giudiziario per una maglia che, lo ribadiamo, non aveva alcun fine lo riteniamo oltremodo grottesco. Al termine delle indagini è così emersa la natura offensiva, irriguardosa e potenzialmente incitante ad atti di violenza della maglia esibita dal Presidente Luca Gallo. A voi le conclusioni.

Intanto il club ha già comunicato attraverso i propri canali ufficiale che provvederà alla difesa del massimo dirigente nelle sedi preposte. Noi lo facciamo qui, dicendo: “Giù le mani dal Presidente Gallo“.