Governo Conte bis, Padoan: «Io no al Mef? Gualtieri sarà ottimo ministro»

Il deputato del Pd commenta positivamente la scelta fatta per il ministro dell'Economia e sottolinea come la legge di bilancio sarà la priorità del nuovo esecutivo

governo Conte bis
Pier Carlo Padoan (foto da Twitter @PCPadoan)

Continuano ad arrivare i primi “endorsment” per i ministri del governo Conte bis. All’economia è andato Roberto Gualtieri, fino ad ora presidente della Commissione economia e finanza al Parlamento europeo. Tuttavia, qualche giorno fa per il dicastero di via XX Settembre si era fatto anche il nome dell’ex ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan. La mancata designazione, però, non è dispiaciuta all’esponente del Partito democratico che spiega: «Io no al Mef? Penso che il problema sia il buon governo e non le singole persone». Gualtieri, aggiunge Padoan, «sarà un ottimo ministro». Inoltre, verso il nuovo esecutivo, spiega a margine del workshop Ambrosetti a Cernobbio, c’è molta fiducia ed è un fattore positivo.

Evitare l’aumento dell’Iva
La fiducia riposta, però, verrà subito messa alla prova quando il governo inizierà a lavorare alla nuova legge di bilancio, la vera priorità dell’esecutivo, secondo Padoan che vede possibile evitare l’aumento dell’Iva. «Con il forte calo dello spread, finalmente il rischio politico è stato tolto dal tavolo, questa è un enorme spinta per ripartire». Infine, l’ex ministro parla della ritrovata “serenità” tra i vertici europei e il nostro Paese: «I rapporti con l’Europa mi sembrano ben impostati, ci sono i ventinove punti del programma comune che sono ricchi di stimoli». E conclude sottolineando come la nomina di Paolo Gentiloni a Commissario «è un grande risultato per l’Italia».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette + 10 =