Governo, cresce il consenso degli italiani per il Conte bis

Come rileva l'Ipsos per il Corriere della sera, i giudizi restano perlopiù negativi, ma il dato è cambiato rispetto alla scorsa estate

governo

Il Conte bis cresce nel gradimento degli italiani. Secondo un sondaggio realizzato da Ipsos per il Corriere della sera, rispetto all’estate quando il consenso degli italiani verso il nuovo esecutivo era al 36 per cento, oggi il dato è aumentato di 3 punti percentuali, anche se la prevalenza dei giudizi è negativa (48 per cento). Allo stesso tempo, il Partito democratico e la Lega fanno registrare una flessione, mentre Fratelli d’Italia cresce nelle preferenze.

Intenzioni di voto
Sul fronte dei partiti, il quotidiano riporta le prime stime sul nuovo soggetto politico di Matteo Renzi, Italia Viva e l’impatto avuto sugli altri partiti: «Le intenzioni di voto evidenziano alcune differenze apprezzabili rispetto alle stime di fine agosto. Innanzitutto per la presenza della nuova formazione di Renzi. Il risultato di questa forza è stimato oggi al 4,8 per cento, qualche decimale sopra il risultato ipotizzato all’atto della nascita. Come era lecito attendersi il Pd è quello che ne esce più ridimensionato: oggi è infatti al 19,5 per cento». Anche il MoVimento 5 Stelle cala nelle preferenze passando dal 24 al 20,8 per cento. La perdita di consenso, spiega l’Istituto demoscopico, si deve «al passaggio di una parte di questi elettori nell’area dell’incertezza e dell’astensione. La mobilitazione iniziale a favore del governo sembra rientrare, anche per le numerose polemiche e per le perplessità che autorevoli esponenti del MoVimento hanno espresso nelle ultime settimane».

Meloni “ruba” consenso a Salvini
Rispetto a fine luglio la Lega perde 5 punti percentuali passando a poco meno del 31 per cento dei consensi. Allo stesso tempo, il partito di Giorgia Meloni erode consensi a Matteo Salvini. Per quanto riguarda il partito dell’ex ministro dell’Interno, si legge sul Corriere della Sera, il calo è dovuto «alle perplessità per il comportamento di Salvini e oggi presumibilmente enfatizzato anche dalla diminuita presenza mediatica del leader (non tanto sul web, quanto su stampa e tv) – che – vede un passaggio verso l’astensione da un lato e verso FdI dall’altro che, infatti, segna un ulteriore incremento e si avvicina al 9 per cento».
Il successo che sta riscontrando il partito di Giorgia Meloni, prosegue l’analisi, è dovuto al posizionamento chiaro, alla polemica col governo e alla visibilità sui media che viene premieata dagli elettori che considerano il partito un’alternativa alla Lega. Infine, Forza Italia, nonostante i problemi interni, si attesta al 7 per cento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

8 + tredici =