Governo, Di Maio: “Abbiamo dovere di ascoltare Draghi”

Il M5S ha “il dovere di ascoltare Mario Draghi”. Così il ministro degli Esteri uscente, Luigi Di Maio, in una nota sul nuovo premier incaricato nel giorno delle prime consultazioni dopo l’incarico conferito a Draghi dal presidente della Repubblica Mattarella, che Di Maio ringrazia. Nella “fragile cornice” attuale, il Movimento 5 Stelle ha “il dovere di partecipare, ascoltare e di assumere poi una posizione sulla base di quello che i parlamentari decideranno”, si legge nella nota, in cui il ministro spiega: “Comprendo gli animi e gli umori di queste ultime ore. È legittimo. Stiamo attraversando una crisi politica complessa e non abbiamo colpe. Non abbiamo cercato noi lo stallo, non avremmo mai voluto che si arrivasse a questo, con una pandemia in corso e le enormi difficoltà del nostro comparto produttivo. Ma è proprio in queste precise circostanze che una forza politica si mostra matura agli occhi del Paese. Oggi si aprono le consultazioni del premier incaricato Mario Draghi, secondo la strada tracciata dal capo dello Stato Sergio Mattarella, che ringrazio”.