Governo, ecco i profili dei ministri del nuovo esecutivo

Dopo il giuramento al Quirinale, i componenti del governo Conte bis si recheranno in parlamento per ottenere la fiducia delle Camere

governo

Il nuovo governo ha giurato, questa mattina, nel palazzo del Quirinale di fronte al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. La prossima settimana i ministri, insieme al presidente del consiglio, Giuseppe Conte, si recheranno in parlamento per chiedere la fiducia delle Camere. Ma chi sono i componenti del nuovo esecutivo giallorosso? Ecco i loro profili.

I componenti del governo

Presidente del Consiglio – Giuseppe Conte

GovernoProfessore di diritto privato e avvocato, 55 anni. Ha già ricoperto la carica di premier nel precedente governo formato da Lega e MoVimento 5 Stelle.

 

 

 

Ministri con portafoglio

Ministro degli Esteri – Luigi Di Maio (M5S)

governo

Capo politico del MoVimento 5 Stelle, 33 anni, è alla sua seconda legislatura e alla sua seconda esperienza di governo. Nel precedente esecutivo gialloverde ha ricoperto l’incarico di ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico. È stato il più giovane vicepresidente della Camera dei deputati.

 

 

Ministro dell’Interno – Luciana Lamorgese (tecnico)

governoUnico ministro tecnico del secondo governo Conte, l’ex prefetto di Milano andrà ad occupare la poltrona del Viminale, lasciata libera da Matteo Salvini. Avvocato, 66 anni, ha ricoperto la carica di capo del gabinetto del Viminale. Attualmente era al Consiglio di Stato.

 

 

Ministro dell’Economia – Roberto Gualtieri (Pd)

governoEconomista e storico, 53 anni. Arriva al dicastero dell’economia dopo aver ricoperto il ruolo di presidente della Commissione economia e finanza al Parlamento europeo. Incarico confermato anche nella nuova legislatura dell’europarlamento.

 

 

Ministro del Lavoro – Nunzia Catalfo (M5S)

governo

Senatrice, 53 anni, è alla sua seconda legislatura. Prende il posto dell’ex vicepremier Luigi Di Maio. Finora, in questa legislatura ha ricoperto il ruolo di presidente della commissione Lavoro del Senato. Si è occupata in prima persona del disegno di legge sul reddito di cittadinanza e di quello sul salario minimo, quest’ultimo all’esame del parlamento.

 

Ministro dello Sviluppo economico – Stefano Patuanelli (M5S)

Ingegnere, 45 anni, ha ricoperto in questa legislatura il ruolo di capogruppo al Senato del MoVimento 5 Stelle. È alla sua prima legislatura. Precedentemente è stato consigliere comunale a Trieste dal 2011 al 2016.

 

 

Ministro della Giustizia – Alfonso Bonafede (M5S)

governo

Avvocato, 43 anni. Riconfermato al dicastero di via Arenula, è alla sua seconda legislatura dopo essere stato eletto alla Camera nel 2013 nelle liste del MoVimento 5 Stelle in Toscana.

 

 

Ministro della Difesa – Lorenzo Guerini (Pd)

governo

Ex vicesegretario del Pd, 52 anni. È alla sua seconda legislatura. Prima di ricevere l’incarico al dicastero delle forze armate, ha ricoperto il ruolo di presidente del Copasir. Ha ricoperto anche l’incarico di presidente della provincia di Lodi e sindaco di Lodi.

 

 

Ministro della Salute – Roberto Speranza (LeU)

Unico rappresentante di LeU nel nuovo esecutivo giallorosso. Laureato in Scienze politiche, 40 anni. Alla sua seconda legislatura, in precedenza ha ricoperto anche il ruolo di capogruppo alla Camera del Partito democratico prima di abbandonare il partito nel 2017 per fondare Articolo 1 – Movimento democratico e progressista.

 

Ministro dell’Istruzione – Lorenzo Fioramonti (M5S)

governo

Professore di economia politica, 42 anni. Deputato, è alla sua prima legislatura. Nel precedente governo Conte ha ricoperto l’incarico prima di sottosegretario e poi di viceministro, sempre nel dicastero di viale Trastevere.

 

 

Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture – Paola De Micheli (Pd)

governo

Deputata, 46 anni, è alla terza legislatura. Vicesegretaria del Partito democratico, prima di questo incarico ha ricoperto il ruolo di sottosegretario all’Economia e alla presidenza del Consiglio dei ministri. Dall’11 settembre 2017 al 4 ottobre 2018 è stata Commissario straordinario di Governo alla ricostruzione delle aree colpite da terremoto.

 

Ministro dell’Ambiente – Sergio Costa (M5S)

governo

Riconfermato nel ruolo già ricoperto durante il primo governo Conte. Una laurea in scienze agrarie, 60 anni. Generale del corpo forestali dell’Arma dei carabinieri, si è dedicato a lungo alla lotta alle ecomafie.

 

 

Ministro dell’Agricoltura – Teresa Bellanova (Pd)

governo

Senatrice, 61 anni, è alla sua quarta legislatura (le precedenti tre come deputata). Prima di entrare in politica è stata una sindacalista. Durante i governi Renzi e Gentiloni ha ricoperto l’incarico di sottosegretario al Lavoro e di viceministro dello Sviluppo economico.

 

 

Ministro dei Beni culturali – Dario Franceschini (Pd)

governo

Torna a ricoprire l’incarico già svolto durante l’ultima legislatura nei governi Renzi e Gentiloni (mentre nel governo Letta aveva l’incarico per i Rapporti col parlamento). In questo esecutivo è il ministro con più esperienza. Deputato e scrittore, 60 anni, ha alle spalle altre quattro legislature. È stato anche segretario del Partito democratico.

 

 

Ministeri senza portafoglio

Ministro dei Rapporti col Parlamento – Federico D’Incà (M5S)

governo

Laureato in economia e commercio, 43 anni, è alla sua seconda legislatura. È stato capogruppo alla Camera per il MoVimento 5 Stelle. Prima dell’incarico ministeriale faceva parte della commissione Bilancio della Camera dei deputati.

 

 

Ministro dell’Innovazione tecnologica – Paola Pisano (M5S)

governo

Va a ricoprire un incarico non presente nei passati governi. Docente di Gestione dell’Innovazione all’Università di Torino, 42 anni. Finora è stata assessore nella giunta del sindaco Chiara Appendino, nel capoluogo piemontese, occupandosi di progetti relativi alla tecnologia.

 


Ministro della Pubblica amministrazione – Fabiana Dadone (M5S)

governo

Deputata, 35 anni, alla sua seconda legislatura. Laureata in giurisprudenza, è stata capogruppo e portavoce del MoVimento 5 Stelle alla Camera. Ha fatto parte del collegio dei Probiviri dei 5 Stelle, organismo creato col compito di appianare le divergenze interne al partito.

 


Ministro per gli Affari regionali e le autonomie – Francesco Boccia (Pd)

governo

Deputato, 45 anni, alla sua terza legislatura. Ha una laurea in scienze politiche e nel Pd è il responsabile per l’Economia e la società digitale. Da agosto fa parte della Commissione parlamentare di inchiesta sul Sistema bancario e finanziario.

 

 

Ministro per il Sud – Giuseppe Provenzano (Pd)

governo

Laurea alla Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, 37 anni, è il vice direttore della Svimez, ente privato che ha lo scopo di promuovere lo studio delle condizioni economiche del Mezzogiorno. Si è occupato, in particolare, di politiche di coesione.

 


Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport – Vincenzo Spadafora (M5S)

governo

Deputato, 45 anni, alla sua prima legislatura. Ha ricoperto dal 2011 al 2016 il ruolo di Garante per l’infanzia e l’adolescenza. Durante il primo governo Conte è stato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle Pari opportunità e ai giovani.

 


Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia – Elena Bonetti (Pd)

governo

Laureata in matematica, 45 anni, insegna analisi matematica all’Università degli studi di Milano. Fa parte della segreteria nazionale del Partito democratico.

 

 


Ministro per gli Affari Europei – Vincenzo Amendola (Pd)

governo

È stato deputato nelle file del Pd, durante la passata legislatura; 45 anni, ha ricoperto l’incarico di sottosegretario al ministero degli Esteri nei governi Renzi e Gentiloni.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre − uno =