Governo, FI all’attacco del voto su Rousseau: «Tiene in “ostaggio” l’Italia»

Gelmini, Bergamini e Carfagna contro il voto con il quale gli iscritti M5S decideranno se dare il loro assenso o meno al governo tra Partito democratico e MoVimento 5 Stelle

governo

«Pensavamo di averle viste tutte, ma ci sbagliavamo. Le sorti di un eventuale nuovo governo, prima di essere appese, come è previsto dalla Costituzione, alla fiducia dei due rami del Parlamento, sono legate alla consultazione degli iscritti ad una piattaforma informatica gestita da una società privata, in assenza di qualsivoglia controllo». Così, in una nota, la presidente del gruppo Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini, attacca il voto sulla piattaforma Rousseau, previsto per domani, con il quale gli iscritti decideranno se dare il loro assenso o meno al governo tra Partito democratico e MoVimento 5 Stelle. «Piattaforma peraltro – aggiunge – finanziata dai soldi (pubblici) di deputati e senatori della Repubblica – . continua la Gelmini – È un insulto alle istituzioni, alla Costituzione e, soprattutto, all’intelligenza degli italiani, ma è anche il segno dello scadimento della vita politica dal momento che a questa insulsa procedura si sottomettono anche il presidente del consiglio incaricato, il partito democratico e gli altri partitini della sinistra, che, in teoria, sarebbero i difensori della democrazia rappresentativa».

Dalla Costituzione alla Casaleggio Associati
Sulla stessa scia anche la deputata FI, Deborah Bergamini, che sottolinea: «Siamo in mano all’oligarchia grillina! Perché, di grazia, solo i 5stelle possono decidere se questo governo si debba fare o no? Il resto degli italiani valgono meno? Nei fatti il voto su internet, per il M5S, conta più del Presidente della Repubblica e del Parlamento. Un sondaggio sul web tiene in ostaggio 60 milioni di italiani».

Rincara la dose Mara Carfagna: «Quindi il Conte-bis non sarà legittimato dalle Camere, ma dalla piattaforma Rousseau? Eppure non mi pare che i Padri Costituenti, nella loro saggezza e nel ruolo di rappresentanti del popolo italiano, avessero previsto di inserire la Casaleggio Associati in Costituzione».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here