Governo, lettera del WWF: «Priorità siano clima e inquinamento»

L'organizzazione che difende la natura in Italia e nel mondo: «La transizione ambientale ed equa deve essere il fulcro delle scelte politiche»

governo

Cambia il governo, ma non cambiano le battaglie che sta portando avanti il WWF, storica organizzazione che si batte per salvare la natura in Italia e nel mondo. I cambiamenti climatici e l’inquinamento restano due emergenze che stanno colpendo anche il nostro Paese. Il WWF, quindi, ha scritto direttamente al Pd e al M5S chiedendo di mettere in cima alle priorità dell’azione politica la salvaguardia della Penisola e di riflesso la salute dei cittadini. «Al di là dei nomi e degli equilibri partitici su cui l’associazione non intende esprimersi, si dedichi la massima e maggiore attenzione a gettare le basi per un programma che veda nella transizione ambientale ed equa il fulcro delle scelte politiche», dicono dal quartier generale del WWF al nuovo governo giallorosso.

Integrare aspetti ambientali con quelli sociali ed economici
«In questi anni – scrive il Wwf in una nota – abbiamo assistito all’accelerazione della crisi climatica in tutto il mondo, anche il nostro Paese è stato colpito da fenomeni estremi, dalle alluvioni alle tempeste e forti ondate di calore. Non meno allarmanti la fusione dei ghiacci, la deforestazione, il consumo, il dissesto la desertificazione del suolo, il depauperamento estremo della biodiversità e delle risorse naturali che sta mettendo in crisi gli ecosistemi e minando le basi stesse delle società e delle economie umane. Anche in Italia, poi, c’è una vera e propria emergenza inquinamento sottaciuta e sottostimata. Sono questioni che devono ricevere la massima attenzione nei luoghi delle decisioni politiche, a livello multilaterale, europeo e nazionale, ma che indicano anche la strada possibile di una nuova prosperità che deve nascere dall’individuare soluzioni radicali, sinergiche e sistemiche, a partire dalla decarbonizzazione e dall’uso efficiente e attento delle risorse, integrando gli aspetti ambientali con quelli sociali ed economici».

L’avvio di un Tavolo
Quindi, il WWF propone, anche in collegamento con la Cabina di Regia Benessere Italia, «l’immediata creazione di un Tavolo per la giusta transizione presso la Presidenza del Consiglio, tavolo che deve coinvolgere tutti gli stakeholder per raccogliere le diverse istanze, ma soprattutto creare una visione generale del ruolo e delle prospettive dell’Italia nell’economia sostenibile del futuro». Per il WWF, «da un approccio sistemico e da vere e coraggiose scelte di fondo possono poi scaturire le necessarie scelte settoriali che non solo renderanno gli investimenti di cui si parla davvero produttivi, ma favoriranno anche gli investimenti esteri verso il nostro Paese».