Governo, quanti italiani vorrebbero tornare a votare?

La maggioranza degli elettori di tutti i grandi partiti, esclusi i 5 Stelle, secondo un sondaggio Winpoll pubblicato dal Sole 24Ore, sarebbe pronta a tornare alle urne

governo

Con le due compagini di governo separate nel voto in Senato sulla mozione sulla Tav, presentata dal MoVimento 5 Stelle e bocciata con 181 no e 110 sì, la spaccatura nell’esecutivo è ormai evidente. Così, mentre i pentastellati parlano di inciucio, per via dei voti dei parlamentari di centrodestra insieme al Partito democratico, si ritorna a parlare di voto anticipato. Il segretario dem, Nicola Zingaretti, parla di una maggioranza che ormai non esiste più e auspica che il premier Conte si rechi al Quirinale «per riferire della situazione di crisi che si è creata», mentre il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dichiara: «Interrompere questa esperienza fallimentare è dunque un gesto di responsabilità da parte di Matteo Salvini nei confronti degli italiani».

Gli italiani chiedono le urne
Certamente il voto anticipato non è un’ipotesi che lascia spiazzati gli italiani, anzi. Secondo un sondaggio realizzato da Winpoll e pubblicato sul Sole 24Ore, ben il 72 per cento dei cittadini sarebbe favorevole a ripresentarsi al più presto alle urne. Gli elettori, infatti, spiega il quotidiano economico, «sono arrivati alla conclusione che il governo sia al capolinea e che sia meglio tornare a votare». Una decisione ponderata da tempo, in quanto, si legge nell’articolo, anche in un altro sondaggio simile realizzato nel mese di maggio la percentuale di chi era propenso al voto era del 64 per cento per poi aumentare, in poco più di due mesi di 8 punti percentuali. E analizzando l’appartenenza politica del campione si riscontra come, conclude l’articolo, si tratti di «una opinione condivisa dalla maggioranza degli elettori di tutti i maggiori partiti, con la sola eccezione di quelli del M5S».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 + 19 =