Governo, Pisapia: «Se cade sarà perché la Lega se ne andrà»

L'ex sindaco di Milano, candidato alle prossime europee con il Pd, parla del futuro dell'esecutivo dopo il voto per il rinnovo dell'Europarlamento

governo
Giuliano Pisapia (foto da Facebook)

A tener banco in Italia, più che il dibattito sulle prossime europee del 26 maggio, è cosa accadrà al governo il giorno dopo le elezioni. L’alleanza tra Lega e MoVimento 5 Stelle continuerà, oppure l’esecutivo è alle battute finali? A provare a dare una risposta a questo quesito è Giuliano Pisapia, candidato alle europee con la lista Pd-Siamo europei, in un’intervista al quotidiano “La Repubblica”: «Non so se il governo durerà – spiega – ma mi pare evidente che se cade sarà perché la Lega se ne andrà mentre i M5S vogliono continuare a governare con Salvini. In questa legislatura nessun accordo è possibile. Dopo il voto, se si crea un’aggregazione dell’elettorato deluso dai grillini sarà benvenuta. Ma con gli attuali leader è impossibile ragionare».

Il giudizio sul governo
Poi, l’ex sindaco di Milano analizza i rapporti tra i due partiti che compongono l’esecutivo: «La discussione è surreale perché prescinde dai fatti. E i fatti sono che i M5S sono al governo con la Lega, votano con la Lega, salvano Salvini e votano per chiudere Radio Radicale. Poi, pensando di recuperare qualche voto, fanno polemiche sterili che in genere finiscono con un accordo. Temo che anche sul nuovo, terribile decreto Sicurezza finirà così».