Governo, Renzi: «Spero duri a lungo. Conte? Non può stare sereno…»

Il leader di Italia Viva: «Deve lavorare. Tutti noi facciamo il tifo per lui, facciamo il tifo per il Paese»

governo

Matteo Renzi, intercettato da Alessandro Poggi, inviato di Povera patria, in onda questa sera su Rai2, ha confermato di essere un sostenitore del governo giallorosso nonostante la scissione dal Pd e la nascita di Italia Viva: «Quanto durerà il governo? Spero il più possibile, perché c’è bisogno che metta a posto le cose. Quindi, c’è bisogno di evitare l’aumento dell’Iva, far ripartire l’economia; la situazione è molto difficile a livello internazionale per il nostro Pil, quindi tutto ciò che possiamo fare oggi è sostenere il governo, e io penso, spero e credo che questa legislatura arriverà alla fine naturale, quindi questo parlamento eleggerà il prossimo presidente della Repubblica, questa è la mia previsione”. 

Botta e risposta su Conte
Domanda: «Conte può stare sereno?». Risposta con il sorriso di Renzi: «E’ molto scorretta. Conte deve lavorare, quindi non può stare sereno, perché deve lavorare. E tutti noi facciamo il tifo per lui, facciamo il tifo per il governo, facciamo il tifo per l’Italia».

Verso la Leopolda
L’appuntamento con la Leopolda si avvicina. Renzi promette che ci saranno: «Idee, proposte, entusiasmo, gioia. Niente polemiche, non rancore. È andata così, ormai col Pd è andata così, come sappiamo. Sono stati sette anni di litigi. Non abbiamo superato la crisi del settimo anno, mettiamola così, come le persone che si vogliono bene e poi si lasciano; però quello che è importante è chiamare adesso tanta gente che ha voglia di partecipare e di impegnarsi, di mettersi in gioco e dire “oh, ragazzi, è casa vostra vi aspettiamo!”».