Governo, Salvini a Conte: «Gli lascio la poltrona, mi tengo la dignità»

Il leader della Lega critica il premier del governo giallorosso: «In quindici giorni ha fatto e detto l'esatto contrario rispetto agli ultimi 15 mesi»

governo

Matteo Salvini contro Giuseppe Conte. Il leader della Lega ha puntato il dito contro il premier del nuovo governo targato M5S-Pd e appoggiato da Leu: «Conte è cambiato completamente – spiega il numero uno del Carroccio sulle frequenze di Rtr 99 – In quindici giorni ha fatto e detto l’esatto contrario rispetto agli ultimi quindici mesi. Squallido passare da governo con la Lega ad un governo con Leu. Gli lascio la poltrona, mi tengo la dignità». 

Sugli ex alleati
Matteo Salvini, poi, critica il M5S, gli ex alleati del governo gialloverde, ritornando sugli argomenti esposti ieri in piazza, fuori da Montecitorio: «Il potere della poltrona è stato più forte. Possono tirare avanti qualche tempo, ma non possono impedire ai cittadini di scegliere chi li deve governare. Già dal voto europeo i 5Stelle avevano scelto di spostarsi a sinistra. Da tempo avevano scelto di stare con Macron e la Merkel, invece di stare con l’Italia e gli italiani. Prendiamone atto, senza paura, ora ci sono tante elezioni regionali e comunali, quindi prima o poi si andrà a votare e vedremo».

La promessa
Alla fine anche una promessa: «Questo è un governo che nasce per paura delle elezioni, ma con il collante delle poltrone. Non so quanto potrà durare. Vedremo di limitare i loro danni. Abbiamo dimostrato in un anno che “Volere è potere”. Ora gli italiani sanno che fare le cose è possibile, non ci sono più alibi. Vi prometto che io non mollerò mai» 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 2 =