Governo, Salvini: «Per evitare il voto si stanno inventando la qualunque»

In un'intervista a Radio 1 il ministro dell'Interno si scaglia contro i possibili accordi parlamentare che allontanerebbero il ritorno al voto, caldeggiato anche da Giorgia Meloni (FdI)

governo

Matteo Salvini torna a parlare di un possibile accordo tra Pd e 5 Stelle che scongiurerebbe il ritorno alle urne, ipotesi invece caldeggiata dal leader della Lega. «Per evitare il voto – spiega durante un’intervista a “Radio Anch’io” su Radio 1 – che è la cosa più naturale si possa fare, si stanno inventando la qualunque: governo Pd-5stelle, governo Pd-5stelle-Leu-Fi». E aggiunge: «Mi auguro che un ipotetico governo Renzi-M5s non riapra i porti, o approvi lo Ius soli e vanificasse il lavoro di questi mesi. Se qualcuno al governo, se Conte, Di Maio o Beppe Grillo preferiscono Renzi, lo vadano a spiegare agli italiani. Non fanno un dispetto a me, ma agli italiani, perché mi chiedo che manovra economica faranno, che riforma della giustizia o del lavoro».

Questione migranti
Poi, il ministro dell’Interno torna a parlare della questione migranti con il caso della nave “Open Arms”. Riguardo allo sbarco dei naufraghi, spiega, «non cambio idea, resto assolutamente contrario. Perché navi spagnole, francesi, tedesche, norvegesi o inglesi vengono tutte in Italia? Perché non vanno in Spagna, dove sono buoni e generosi e hanno aperto i porti? No, le navi continuano ad arrivare da noi. A terra sono scesi minorenni che non sono minorenni, malati che non sono malati. Siamo caritatevoli, siamo buoni cristiani, ma non siamo fessi».

Alleati sovranisti
E a dare man forte a Salvini sulla possibilità di un ritorno alle urne è la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che non ha mai nascosto l’intenzione di voler contribuire alla nascita di un governo sovranista con la Lega: «”Mai col partito di Bibbiano”, dicevano fino a qualche settimana fa gli stessi che in questi giorni stanno valutando una possibile alleanza di governo col Pd per non andare al voto e salvare le poltrone – scrive in un post su Facebook – La credibilità prima di tutto. Renzi insegna».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

11 − 8 =