Governo, Zingaretti: «Senza maggioranza bisogna andare al voto»

Per il segretario del Pd si tratta dell'unica alternativa possibile dopo la spaccatura tra Lega e 5 Stelle in Senato sull'approvazione della Tav

scissione Pd

La spaccatura evidenziata dal voto sulla Tav di ieri in Senato, con i parlamentari di Lega e MoVimento 5 Stelle che hanno votato rispettivamente a favore e contro la realizzazione dell’opera, ha sancito, di fatto una spaccatura nel governo. È questa l’opinione del segretario del Partito democratico, come spiegato durante un intervento alla trasmissione Agorà su Rai 3: «Chi ha visto ieri sera i telegiornali ha visto, purtroppo, lo dico da italiano, la verità: questo Paese non ha più una maggioranza, l’esperimento iniziato 13 mesi fa è fallito. Fino a che lo dicevamo noi eravamo antipatici, adesso lo dice anche Salvini: welcome, benvenuto, adesso siate coerenti. Per favore non cominciamo con un agosto in cui si sparano balle dalla mattina alla sera e non cambia niente, perché questo lo pagano gli italiani».

Ridare la parola agli elettori
L’unica alternativa, prosegue il governatore della Regione Lazio, è tornare a votare: «Se non c’è una maggioranza parlamentare bisogna andare al voto. Ci hanno portato a questa situazione drammatica, ora hanno paura e stanno facendo la sceneggiata che stanno facendo. Questo lo dicevamo solo noi fino a 48 ore fa, ora lo dicono anche loro».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here