Gregoretti, Belpietro su Salvini a processo attacca il M5s: ‘Presa per i fondelli per gli italiani’

Il Senato ha deciso che Matteo Salvini dovrà rispondere in sede giudiziaria del suo comportamento relativo al caso Gregoretti.

Nel luglio del 2018 la nave militare italiana ebbe il divieto di far sbarcare per giorni 131 migranti ad Augusta.  Per questa sua scelta Salvini dovrà rispondere, tra gli altri capi d’accusa, di sequestro di persona.

Belpietro ospite di Paolo Del Debbio

Maurizio Belpietro, direttore de La Verità ed ospite di Dritto e Rovescio, ha avuto di manifestare la sua aperta critica nei confronti di chi ha votato a favore dell’autorizzazione a procedere nei suoi confronti.

Quello che non sembra andargli giù è il fatto che stavolta il Movimento 5 Stelle abbia chiesto il processo dopo essersi comportato diversamente nelle circostanze in cui era al fianco del leghista al governo.

Velato riferimento di Belpietro al caso Diciotti

“Va bene – tuona Belpietro – processare tutti. Processiamo tutti, ma fino in fondo. Sennò – ha evidenziato – si chiama processo politico per far fuori un avversario”

Poi fa un chiaro riferimento al caso Diciotti, quando invece i grillini votorano contro l’autorizzazione a procedere.

“Quello – tuona Belpietro –  che andava bene quando c’era il governo gialloverde i 5 Stelle votavano contro. Adesso siccome i 5S non sono più alleati di Salvini, adesso lo mandano a processo”.

“Ma che razza  – tuona – di giurisprudenza è ? E’ una presa per i fondelli, ma degli italiani”.