“Ho paura”, le ultime parole del pediatra disperso  

Sono proseguite per tutta la notte le ricerche del medico palermitano Giuseppe Liotta di 40 anni di cui si sono perse da sabato sera le tracce nel corleonese. Il pediatra stava raggiungendo l’ospedale di Corleone, quando è stato sorpreso dal fango e dall’acqua sulla Statale nei pressi di Ficuzza. Ieri è stata trovata la sua auto, un suv, chiusa a chiave. Per tutta la notte gli uomini dell’Esercito, aiutati dai Vigili del fuoco, con i Carabinieri hanno cercato il medico. Anche se ormai la speranza di trovarlo vivo si è ridotta al lumicino. Ieri è stato utilizzato anche un drone, ma senza esito. Disperati i familiari che lo hanno sentito al telefono proprio durante il tragitto in auto, tra cui la giovane moglie, anche lei medico. L’uomo sabato sera l’aveva chiamata per dirle di avere paura. Da quel momento il silenzio.  

Ieri sui social si era sparsa anche la voce del ritrovamento del corpo, ma fino a questo momento non si hanno notizie del medico pediatra. 

(Fonte: Adnkronos)