Hong Kong, Trump firma legge pro manifestanti 

Pechino convoca l’ambasciatore americano in Cina, Terry Branstad, dopo la firma da parte di Donald Trump della legge a sostegno dei manifestanti di Hong Kong. Ad annunciarlo è stato il ministero degli Esteri cinese.  

Le Yucheng, viceministro, ha esortato con forza gli Stati Uniti a non mettere in pratica il provvedimento e ha chiesto inoltre a Washington di “smetterla di interferire negli affari di Hong Kong e negli affari interni della Cina”, stando a quanto riporta un comunicato del ministero. “La Cina – avverte – contrasterà con risolutezza le azioni sbagliate della parte americana, che avrà piena responsabilità di ogni conseguenza”.