Huawei definisce le esigenze delle città digitali con il modello Maslow e supporta la loro trasformazione con la fondazione digitale  

Come aprire una lavanderia

SHENZHEN, Cina, 15 maggio 2019 /PRNewswire/ — Lo Smart City Forum di Shenzhen del 2019 con le città gemellate internazionali si è aperto martedì con il tema “introduzione di un futuro brillante per le città intelligenti”. Il forum accoglie funzionari di Shenzhen, manager di Huawei ed esperti delle città intelligenti, esperti di UN-Habitat e studiosi, delegati da città in tutto il mondo che hanno esperienza nelle città intelligenti oltre ad aziende dalla tecnologia elevata per condividere concetti e prassi di sviluppo più recenti. Il forum punta a promuovere la comunicazione e cooperazione nella costruzione di città digitali intelligenti. 

I leader cittadini mondiali si riuniscono a Shenzhen per esplorare insieme il futuro 

Ai Xuefeng, vice-sindaco di Shenzhen, ha tenuto la cerimonia di apertura insieme a Wang Weizhong, segretario del comitato municipale del PCC di Shenzhen, Xie Yuan, vice-presidente dell’associazione popolare cinese per l’amicizia con i paesi esteri e Frank Ross, sindaco di Edinburgh che hanno tenuto discorsi all’apertura del forum. Fra gli ospiti relatori sono presenti Guo Ping, presidente a rotazione di Huawei; Ugo Valenti, AD del Congresso mondiale dei saloni sulle città intelligenti e Rui Costa dos Santos, Governatore dello stato di Bahia, Brasile. 

Wang Weizhong, segretario del comitato municipale di Shenzhen del PCC, ha offerto il discorso di benvenuto: “Quest’anno vede il 70o anniversario della Repubblica popolare cinese e 40 anni dalla fondazione della città di Shenzhen. Shenzhen rispecchia i risultati storici che la Cina ha raggiunto, essendo divenuta una vetrina per mettere in mostra la Cina a tutto il mondo. Ci auguriamo di stringere ulteriori amicizie a cuore aperto, cogliendo l’opportunità di questo forum, e di contribuire insieme alla saggezza e al potere per una comunità umana condivisa”. 

“Huawei è impegnata a costruire una fondazione digitale per le città intelligenti che consenta l’integrazione, l’esplorazione, l’analisi e la condivisione di dati tramite l’ubiquità della connettività, una piattaforma digitale e informazioni pervasive”, ha affermato Guo Ping in un discorso dal titolo ‘Costruzione di un modello Maslow per le città intelligenti’. “La cosa più importante è sviluppare un centro nevralgico digitale per le città in congiunzione con i partner delle applicazioni, costruendo un ecosistema comune con vantaggi reciproci. Questo centro nevralgico offrirà modi avanzati di aiutare le città a prendere decisioni informate di sviluppo e consentirà all’amministrazione elettronica, ai trasporti e alle politiche di entrare nel mondo digitale. Nel farlo ci auguriamo di costruire città intelligenti che vantano un’amministrazione intelligente, maggiori vantaggi per i residenti e un prosperoso sviluppo dell’industria”. 

Nel suo discorso ‘Un nuovo mondo di città intelligenti’, Ugo Valenti ha affermato: “Le tecnologie innovative, fra cui 5G, IoT, AI e cloud, stanno rinnovando in modo distruttivo il modo in cui le città sono governate e gestite. Promuovendo partnership fra pubblico, privato e persone, un modello di co-creazione fra governo, aziende e cittadini, le città intelligenti faciliteranno un processo decisionale più aperto e porteranno a un nuovo mondo incentrato sulle persone”. 

Dialogo sull’economia digitale di alto livello per accelerare lo sviluppo con un design di massimo livello 

Il punto saliente della cerimonia di apertura è stato un dialogo di alto livello. Ha attirato partecipanti dai ministeri governativi, dalle imprese e dalla comunità accademica. La tavola rotonda ha esplorato tecnologie emergenti, le modalità con cui costruire un’infrastruttura informatica cittadina basata su big data per salvaguardare la sicurezza e l’ordine pubblico e il modo in cui migliorare il governo della città, il benessere pubblico e l’economia sfruttando i servizi digitali e un centro nevralgico digitale innovativo. I risultati saranno migliori città intelligenti con economie intelligenti attive. 

“L’utilizzo della tecnologia digitale è divenuto uno dei criteri di valutazione del livello di intelligenza di una città. Le città intelligenti future avranno cinque nuove piattaforme infrastrutturali, vale a dire il cloud, l’IoT, il data lake (lago di dati), l’AI e una rete di video-sorveglianza. Queste cinque piattaforme costituiranno una fondazione da cui otterremo l’ubiquità della connettività, realizzeremo un’intelligenza pervasiva e semplificheremo sistemi informativi eterogenei. Huawei utilizza il suo cloud come base per l’integrazione di nuove diverse tecnologie informatiche, come AI, IoT, big data, comunicazioni convergenti, video e GIS, per costruire una piattaforma digitale completa”, ha affermato Yan Lida, Presidente di Huawei Enterprise BG. 

“Questa piattaforma offre l’abilitazione tecnica per i clienti governativi e aziendali, aiutandoli ad affrontare più facilmente le complicate sfide tecnologiche. Inoltre, Huawei ha costruito 12 OpenLabs in tutto il mondo per condurre in congiunzione con i partner l’innovazione orientata ai clienti. La costruzione di una città intelligente è un processo lungo e in costante evoluzione. Sulla base della piattaforma digitale di Huawei, le città prenderanno vita come organismi biologici. Le nuove applicazioni emergeranno e cresceranno attraverso l’iterazione fino a raggiungere una prosperità complessiva”, ha continuato Yan Lida. 

“Fra gli obiettivi di sviluppo sostenibili del 2030 delle Nazioni Unite ve ne è uno sulle città e sulle comunità sostenibili. Siamo fiduciosi di poter portare alla realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile tramite i nostri impegni nelle città intelligenti. Dovremo affrontare le sfide poste dalla costruzione di città intelligenti, ma dovremo anche accoglierne il potenziale illimitato. Dal punto di vista dell’ONU, la cooperazione internazionale è importante. Oggi vediamo una piattaforma eccellente che consente alle città di condividere le esperienze”, ha affermato Atsushi Koresawa, Direttore dell’ufficio regionale UN-Habitat per l’Asia e il Pacifico. 

Questo evento è presentato dal Governo popolare municipale di Shenzhen ed è organizzato dall’Ufficio affari esteri di Shenzhen. In qualità di co-organizzatore, Huawei è un leader mondiale nella fornitura di soluzioni per Città intelligenti e Città sicure. 

  

 

(Fonte: Adnkronos Immediapress)