Il Mondiale per club in Cina nel 2021, Infantino: “Decisione storica”  

La Cina ospiterà l’edizione 2021 del mondiale per club che si giocherà con la formula a 24 squadre. Ad annunciarlo il n.1 della Fifa, Gianni Infantino dopo il board del massimo organismo del calcio mondiale riunitosi a Shanghai. Infantino ha definito “storica” la decisione presa all’unanimità, un riconoscimento alla crescente influenza del gigante cinese nel mondo del calcio. 

L’attuale formula del mondiale per club prevede la partecipazione di 7 squadre tra cui le vincitrici di Champions League e Copa Libertadores, le prossime due edizioni si terranno in Qatar paese che ospiterà la fase finale dei mondiali 2022. Lo scorso mese di marzo la Fifa ha discusso una bozza di riforma per portare il mondiale per club a 24 squadre a partire dal giugno 2021.  

Il progetto prevede la partecipazione di 8 squadre europee, 6 sudamericane, 3 africane, 3 asiatiche, 3 nordamericane e una tra i campioni d’Oceania e i campioni nazionali del paese ospitante. La competizione si dovrebbe tenere ogni 4 anni. 

La Fifa ha inoltre annunciato che raddoppierà il suo investimento nel calcio femminile portando la cifra a 1 miliardo di dollari fino al 2022. Verranno aggiunti altri 500 milioni ai 500 già stanziati per lo sviluppo del calcio femminile tra il 2019 e il 2022. “La coppa del mondo femminile che si è tenuta in Francia ha portato il movimento al livello successivo. Dobbiamo costruire su questo”, ha spiegato Infantino. 

E’ stata poi approvata la timeline per il mondiale 2030. L’iter di assegnazione verrà avviato nella seconda metà del 2022, la decisione verrà presa dal Congresso Fifa nel 2024. L’edizione 2022 è stata assegnata al Qatar, 4 anni dopo sarà la volta di Canada, Messico e Stati Uniti. Per il 2030 ha già manifestato il suo interesse la Cina.