Immigrazione, Grillo: «È una lotta senza senso»

Il garante del MoVimento 5 Stelle ricorda, in un post sul suo blog, che fra 50 anni la metà dei bambini del mondo sarà in Africa

immigrazione

Combattere l’immigrazione? Una lotta senza senso. Parola di Beppe Grillo. Il fondatore e “guru” del MoVimento 5 Stelle, in un post sul suo blog, parla del problema immigrazione nel mondo. In particolare mette in parallelo l’Europa e l’Africa e l’età media dei loro abitanti. Dai dati riportati da Grillo, gli abitanti del continente africano hanno un’età media di 18 anni contro i 42 anni degli europei, «segue il Nord America con 35 anni e l’Oceania con 33. L’immenso continente asiatico è più giovane, con una media di 31 anni, la stessa del Sud America, ma comunque di 13 anni più bassa rispetto alla nostra Europa». Il dato che sorprende Grillo, però, è un altro: «Le previsioni ci dicono che entro 50 anni la metà dei bambini di tutto il Mondo (di età compresa tra 0 e 4 anni) si troverà nell’Africa sub-sahariana».

Europa continente più vecchio
Nel post, Grillo prosegue con altri dati riguardanti l’età media di altri Paesi nel mondo e scrive come a «esclusione del Giappone (con una età media di 47,3 anni) i più anziani del mondo sono nella nostra cara Europa», per poi proseguire con la previsione che «Germania, Italia e Slovenia raggiungeranno un’età media di 50 anni o più entro il 2050». E aggiunge: «All’altra estremità dello spettro ci sono più di 30 paesi con età media inferiore a 20 anni e la maggior parte di essi si trova in Africa o nel Medio Oriente. L’unica eccezione è Timor-Leste, un piccolo paese che confina con l’Indonesia, con un’età media di 18,9 anni, e l’Afghanistan, con un’età media di 18,8 anni».

Per questo motivo, conclude, «capiamo da questi dati che la lotta all’immigrazione è, possiamo dire, senza senso».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 + 8 =