La proposta di Laura Boldrini (PD): ‘Imu anche sulla prima casa per pagare affitto ai giovani’, ma non per tutti

Laura Boldrini, da poco passata al Partito Democratico, ha voluto sottolineare l’esigenza di fare qualcosa di concreto per i giovani.

La deputata ha inteso esprimere la necessità che il suo partito inizi a guardare le nuove generazioni con maggiore attenzione.

In particolare ha posto il focus sulla necessità di dare l’opportunità di uscire di casa a quanti, al momento, non possono farlo per ragioni economiche.

Stop al fenomeno bamboccioni

Che si tratti di studenti o di lavoratori alle prime armi, spesso esiste il problema di non poter pagare l’affitto e l’ampliarsi del così detto fenomeno “bamboccioni”.

Laura Boldrini ha proposto la possibilità di aiutare queste fasce generazionali attraverso un contributo.

Ed ha anche rivelato come andrebbe generato? Attraverso il pagamento dell’Imu sulla prima casa.  Non per tutti, però.  Solo per chi ne ha più di una.

“Nel nostro Paese  – ha detto la deputata -c’è chi di casa ne he tre, quattro, cinque, dieci”.

“Questi ragazzi – ha sottolineato –  possono avere un aiuto all’affitto con i soldi di chi paga la tassa sulla prima per chi di case ne ha tante. E’ semplice e lo capiscono tutti”.