Incidente Senigallia, camionista positivo a droga e alcool

Il camionista Massimo Renelli che, al volante della Fiat Grande Punto, ha travolto e ucciso e due amiche pesaresi Sonia Farris ed Elisa Rondina è risultato positivo alla droga

ESAMI

Gli esami effettuati dai biologi di un ambulatorio marchigiano hanno confermato la presenza di sostanze cannabinoidi nel sangue di Massimo Renelli, 47 anni, l’autotrasportatore senigalliese arrestato per duplice omicidio stradale. Il prelievo di sangue era stato effettuato successivamente al tragico episodio, avvenuto lungo la statale Arceviese nei pressi della discoteca Megà.

NON SOLO POSITIVO ALLA DROGA

Nell’immediatezza dei fatti, Massimo Renelli era stato sottoposto ad un controllo per verificare se fosse ubriaco. Il test era stato effettuato in ospedale e il risultato aveva confermato che Renelli aveva raggiunto il livello di 1,97 grammi/litro, quasi quattro volte il limite consentito dalla legge per mettersi alla guida di un mezzo.

DINAMICA INCIDENTE

Nel frattempo l’inchiesta sulla dinamica dell’incidente va avanti e dovrà stabilire come siano effettivamente andate le cose. Qualunque sarà l’esito dell’inchiesta, nulla potrà riportare in vita le due amiche che quella mattina erano appena uscite dalla nota discoteca tra le frazioni di Borgo Bicchia e Bettolelle.