Infanzia, per i genitori il web deve diventare una materia scolastica

Un ragazzino su tre passa più di 3 ore al giorno davanti a pc, tablet, videogiochi o alla televisione: forte la la tendenza alla sedentarietà

infanzia

Tutti d’accordo o quasi per proteggere l’infanzia. L’uso consapevole dello stare in rete da parte dei giovanissimi andrebbe insegnato a scuola per la stragrande maggioranza degli italiani. Un recente sondaggio dell’Istituto Swg ha posto questa domanda: «Pensando alla scuola, ritiene possa essere utile istituire, tra le materie scolastiche, anche lo studio della cittadinanza digitale, per l’uso consapevole dello stare in rete?».  

Il risultato
Il 40 per cento degli intervistati ha risposto “Molto”, il 47 percento “Abbastanza”, l’8 per cento “Poco” e appena il 5 per cento “per niente”. I risultati combinati non lasciano spazi a dubbi: per l’87 per cento la cittadinanza digitale dovrebbe essere una materia da studiare in classe.    

infanzia
(Fonte: https://www.swg.it/radar)

Più di 3 ore davanti allo schermo 
Questa risposta di massa rispecchia in pieno quello che succede nelle case, magari quando i compiti sono finiti. Il 23 per cento dei ragazzini italiani, infatti, dedica meno di mezz’ora al giorno all’attività sportiva o motoria in genere, mentre ne servirebbe almeno un’ora. E’ forte, inoltre, la tendenza alla sedentarietà, con oltre il 31,6 per cento degli intervistati che passa più di 3 ore al giorno davanti a pc, tablet, videogiochi o alla televisione. A volte in maniera poco consapevole, correndo il rischio di finire su siti e contenuti non adatti ai minori.   

La ricerca
Lo dice uno studio dell’Osservatorio nutrizionale Grana Padano, che ha valutato gli stili di vita e le abitudini alimentari di 500 ragazzi tra i 6 e i 17 anni, nell’età dell’infanzia e adolescenza. Un’attività motoria regolare – ricordano gli esperti dell’Osservatorio in una nota – è fondamentale per la prevenzione dell’obesità e del sovrappeso di bambini e adolescenti. L’attività fisica risulta infatti importante quanto l’alimentazione nel regolare la macchina metabolica dei ragazzi.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − 17 =