Intenzioni di voto, coalizioni stabili con il centrodestra oltre il 50 per cento

Mentre Lega e Forza Italia sono in calo, salgono i consensi di Fratelli d'Italia. Allo stesso modo crescono 5 Stelle e Italia Viva, mentre perde consensi il Pd

Intenzioni di voto
Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi, Matteo Salvini (foto da Facebook)

Cambiando l’ordine degli addendi il risultato rimane invariato, recita una regola matematica che potrebbe essere applicata anche alle ultime intenzioni di voto rilevate dall’Istituto Swg. Tra i sali e scendi delle preferenze ai partiti registrate nell’ultima settimana, infatti, le posizioni di forza rimangono invariate. Se la Lega perde quasi 1 punto percentuale (passando dal 34 al 33,1 per cento) e Forza Italia cala di quasi mezzo punto (dal 6,4 al 6 per cento), allo stesso tempo nel centrodestra si registra la crescita di Fratelli d’Italia e Cambiamo (rispettivamente dal 9,5 al 10,1 per cento e dall’1,1 all’1,3 per cento) che mantiene la coalizione al di sopra del 50 per cento delle preferenze (50,5 per cento).

L’esecutivo stabile intorno al 40 per cento
Allo stesso modo i consensi dei partiti che compongono la maggioranza raggiungono insieme il 43,2 per cento (rispetto al 42,8 della precedente rilevazione dell’Istituto demoscopico). Così analizzando i dati delle intenzioni di voto nel dettaglio, il MoVimento 5 Stelle sale dal 16,2 al 16,5 per cento dei consensi, mentre il Partito democratico cala leggermente dal 18,3 al 18,1 per cento. Italia Viva di Matteo Renzi guadagna mezzo punto (dal 5 al 5,5 per cento) e LeU si attesta sul 3,1 per cento (rispetto al 3,3 di una settimana fa).

Per quanto riguarda altri partiti dell’area di centrosinistra (in attesa delle prime rilevazioni su Azione, il nuovo movimento fondato dall’ex ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda), si registrano i cali di + Europa (dall’1,7 all’1,6 per cento) e di Europa Verde (dal 2,3 al 2 per cento).
Infine, aumenta anche il dato relativo agli astenuti che sale dal 37 al 38 per cento del campione intervistato dall’Istituto demoscopico.

intenzioni di voto
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)