Intenzioni di voto: crescono Lega e fiducia in Salvini, ma Conte è più amato

Le ultime rilevazioni dell'Istituto Ixè, per Cartabianca, evidenziano un aumento dei consensi anche per Fratelli d'Italia e per tutti i leader del centrodestra

intenzioni di voto

L’ultima consultazione elettorale, il voto sulle regionali in Umbria, ha riconsegnato l’immagine di un centrodestra ricompattato a guida Lega. Il partito di Matteo Salvini, infatti, oltre ad aver ottenuto la presidenza della regione con Donatella Tesei è risultato anche il primo partito (ha ottenuto il 36,9 per cento delle preferenze). Un dato confermato anche dalle intenzioni di voto a livello nazionale, come risulta dalle ultime rilevazioni dell’Osservatorio politico dell’Istituto Ixè elaborate per il programma “Cartabianca” su Rai Tre. Il Carroccio, infatti, è largamente il primo partito con il 30,9 per cento delle preferenze con più di 10 punti di distanza dai due principali partiti che compongono il governo, MoVimento 5 Stelle e Partito democratico.

Preferenze di governo
I consensi verso i due soggetti politici sono pressoché alla pari, con un leggero vantaggio del Pd al 19,5 per cento contro il 19,2 per cento dei 5 Stelle (in calo di oltre un punto dalla precedente rilevazione quando erano al 20,8 per cento). Gli altri gruppi che appoggiano il governo, Italia Viva di Matteo Renzi e LeU raccolgono rispettivamente il 3,7 e il 2 per cento dei consensi. Così, insieme, le preferenze per il governo giallorosso raggiungono circa il 44,4 per cento.

Sale il centrodestra
Tuttavia, se si votasse ora, ad avere la maggioranza sarebbe l’alleanza di centrodestra. Oltre alla Lega, infatti, anche Fratelli d’Italia beneficia del voto umbro vedendo salire i suoi consensi, a livello nazionale, dall’8,7 al 9,5 per cento. Lo stesso non si può dire per Forza Italia che deve registrare un calo di quasi mezzo punto dall’8,1 al 7,7 per cento. Insieme, però, i tre partiti raggiungono il 48,1 per cento, dato che sale al 49,1 per cento se si considerano anche le preferenze per “Cambiamo”, il movimento del governatore della Liguria, Giovanni Toti.

intenzioni di voto
Dati dell’Osservatorio Politico Nazionale, Ixè per Cartabianca

Scende Conte sale Salvini
L’Osservatorio, poi, evidenzia anche le variazioni sulla fiducia degli elettori verso i leader politici. In calo quella del premier, Giuseppe Conte, che, pur essendo il più indicato ha visto calare il suo consenso, in due settimane, dal 44 al 41 per cento. Nello stesso intervallo temporale salgono tutti gli altri principali leader politici. A cominciare da Matteo Salvini che passa dal 34 al 36 per cento, seguito da Giorgia Meloni (FdI) che sale dal 31 al 32 per cento. Cresce anche il consenso per Silvio Berlusconi, dal 20 al 22 per cento, preceduto dai rappresentanti di Pd e 5 Stelle, Nicola Zingaretti e Luigi di Maio, rispettivamente al 26 e 25 per cento delle preferenze degli italiani.

intenzioni di voto
Dati dell’Osservatorio Politico Nazionale, Ixè per Cartabianca

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here