Intenzioni di voto, crescono Lega e Italia Viva. Sale anche Fratelli d’Italia

Il Carroccio rimane il primo partito per numero di consensi, mentre Giorgia Meloni consolida il suo ruolo di primo alleato di Matteo Salvini nel centrodestra

intenzioni di voto

In attesa del primo confronto elettorale tra la coalizione di centrodestra e l’alleanza Pd-M5S, il prossimo 27 ottobre con le elezioni amministrative in Umbria, le ultime rilevazioni sulle intenzioni di voto degli italiani, in base a un sondaggio effettuato dall’Istituto Swg, evidenziano nell’ultimo periodo una crescita di preferenze per la Lega e il nuovo partito di Matteo Renzi, Italia Viva. A concorrere a questo aumento di consensi, probabilmente, hanno influito le due grandi manifestazioni della scorsa settimana, quella del centrodestra a Roma, a San Giovanni, che ha visto riuniti sul palco gli alleati Salvini, Berlusconi e Meloni e la decima edizione della Leopolda a Firenze, la prima dopo la fuoriuscita di Matteo Renzi dal Partito democratico. Rispetto alla precedente rilevazione, il partito dell’ex premier sale dal 5,3 al 5,6 per cento, mentre la Lega si conferma prima tra le preferenze degli italiani crescendo dal 33,2 al 34 per cento.

Alleati di governo
Per quanto riguarda, invece, i partiti che compongono l’esecutivo, tanto il Pd quanto il MoVimento 5 Stelle e LeU fanno registrare una flessione nei consensi, rispettivamente dal 19,4 al 18,8 per cento per i dem, dal 18,6 al 17,8 per cento per i 5 Stelle e dal 3,1 al 2,8 per cento per LeU.

Gli altri partiti
A sorridere, in base alle intenzioni di voto rilevate dall’Istituto demoscopico, non sono soltanto la Lega e Italia Viva. Anche Fratelli d’Italia, infatti, continua la sua crescita salendo dal 7,6 all’8,4 per cento e staccando definitivamente Forza Italia. Il partito di Silvio Berlusconi, infatti, pur passando dal 5,1 al 5,5 per cento è distante quasi 3 punti da quello di Giorgia Meloni. Infine, non riesce a imporsi tra gli italiani il movimento del governatore della Liguria Giovanni Toti (ex Forza Italia), “Cambiamo”, all’1,3 per cento. Nel centrosinistra, invece, sostanzialmente stabili +Europa e i Verdi all’1,8 e all’1,9 per cento.

intenzioni di voto
(Fonte: http://www.swg.it/politicapp?id=wpmu)