Intenzioni di voto, il caso Sea Watch non intacca il primato della Lega

Dalle rilevazioni dell'Istituto Swg, il partito di Matteo Salvini è stabile al primo posto tra le preferenze degli italiani, seguito a distanza dal Partito democratico

intenzioni di voto

In caso di un ritorno alle urne per rinnovare i componenti del nostro parlamento, il centrodestra unito supererebbe tranquillamente il 50 per cento delle preferenze nelle intenzioni di voto degli italiani. È quanto emerge dall’ultima rilevazione dell’Istituto Swg che evidenzia come la Lega di Matteo Salvini, con il 37,5 per cento, mantiene saldamente il ruolo di primo partito. Le polemiche sul caso Sea Watch non sembrano, infatti, aver intaccato i consensi che rispetto alla precedente rilevazione dell’istituto demoscopico calano solo dello 0,5 per cento (registrando comunque un + 3,2 per cento rispetto alle elezioni europee). Non sembra riprendersi, invece, il MoVimento Stelle, che con il 17,4 per cento dei consensi non si allontana dal voto per il rinnovo dell’Europarlamento (17,2 per cento). Tuttavia, nonostante i contrasti fra le due componenti di governo, l’alleanza mantiene la maggioranza del consenso degli italiani, anche se rispetto alle politiche del 2018 le preferenze dei cittadini si sono ribaltate.

La situazione nel centrodestra…
Nel centrodestra, Forza Italia è alle prese con il rinnovamento interno del partito e la futura scelta del leader attraverso lo strumento delle primarie. Una via che i suoi componenti sperano possa far tornare gli elettori che si sono allontanati negli ultimi tempi. Il 6,8 per cento infatti è un risultato lontano dall’8,8 delle europee e dal 14 per cento delle politiche del 2018. Chi cresce, invece è Fratelli d’Italia che sale al 6,6 per cento, con la presidente Giorgia Meloni che, in caso di elezioni non ha mai nascosto di volersi presentare da sola con il suo partito insieme alla Lega.

…e nel centrosinistra
A inseguire il Carroccio, seppur con una distanza di almeno 15 punti percentuali, è il Partito democratico che grazie alla “cura Zingaretti” è riuscito a risalire dalle percentuali ottenute dai dem alle elezioni politiche, stabilizzandosi sul 22,7 per cento delle europee. Gli altri partiti del centrosinistra vedono una leggera crescita di +Europa e de La Sinistra, rispettivamente  al 2,9 e all’1,7 per cento, mentre i Verdi passano dal 2,7 al 2,4 per cento.

intenzioni di voto
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 2 =