Intenzioni di voto, il centrodestra unito supererebbe il 50 per cento

Lo rivela un sondaggio Ipsos pubblicato dal Giornale, secondo cui, tornando alle urne alla Lega converrebbe riallacciare le vecchie alleanze

intenzioni di voto
Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi, Matteo Salvini (foto da Facebook)

La corsa al voto sembra aver, ormai, contagiato tutti i principali partiti politici. Bisogna, in ogni caso ricordare che già da tempo tra l’opposizione, tanto il Pd quanto gli alleati di centrodestra della Lega da tempo chiedevano un ritorno alle urne. Quel momento sembra essere vicino con il vicepremier Matteo Salvini stanco di portare avanti l’alleanza con i 5 Stelle per via dei molti no ricevuti, ultimo quello sulla Tav (la mozione sulla realizzazione della tratta Torino-Lione è passata grazie al voto di Lega, Pd e Forza Italia, mentre i grillini hanno votato contro l’opera), che ha presentato una mozione di sfiducia nei confronti del premier, Giuseppe Conte.
Mentre il leader dei 5 Stelle, Di Maio, non si dice spaventato dall’idea del voto, ma invita quello che ormai può considerarsi un ex alleato a ripensare l’idea e a votare, prima la riduzione del numero di parlamentari, il segretario dem, Nicola Zingaretti, accusa il governo di aver fallito nelle sue promesse e di cercare una “exit strategy” per paura di affrontare la prossima manovra economica.

Centrodestra
Intanto, un sondaggio Ipsos realizzato per il Giornale presenta un quadro elettorale totalmente a favore del Carroccio. Il partito di Salvini, infatti, è stabile al primo posto con il 36 per cento delle preferenze. Una percentuale che, unita a quelle dei vecchi alleati di centrodestra, Fratelli d’Italia (7,5 per cento) e Forza Italia (7,1 per cento), raggiungerebbe il 50,6 per cento dei consensi. Tuttavia, ricorda il quotidiano, non è certo che queste tre forze si presentino unite al voto.

Centrosinistra
A inseguire la Lega, a notevole distanza, il Partito democratico che, pur restando la seconda forza del Paese, non supera il 20,5 per cento delle preferenze. Gli altri partiti dell’area di centrosinistra vedono +Europa e Italia in Comune al 3,5 per cento, La Sinistra al 2 per cento e i Verdi all’1,9 per cento. Un’eventuale alleanza raggiungerebbe il 27,9 per cento non riuscendo neanche ad avvicinarsi alle percentuali del centrodestra.

I 5 Stelle e un’alleanza col Pd
L’unica possibilità sarebbe un’alleanza con il MoVimento 5 Stelle, attualmente, secondo la rilevazione Ipsos al 17,8 per cento. Tuttavia, l’ipotesi di un accordo con i dem è sempre stata fortemente smentita da entrambi i partiti.

Il vero primo partito
Infine, conclude l’articolo del Giornale, non bisogna dimenticarsi di quelli che, attualmente, sono il vero primo partito nel Paese: gli astenuti e gli indecisi che comprendono il 36,3 per cento degli italiani. È a loro che bisogna puntare per vincere.

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tredici + tredici =