Intenzioni di voto, il governo cala nei sondaggi e il Pd raggiunge il M5S

Lo rivela un'indagine dell'Istituto Swg sulle preferenze degli italiani per le prossime elezioni europee

pd
Nicola Zingaretti (foto da Twitter)

Gli ultimi battibecchi tra le due componenti del governo, Lega e 5 Stelle, su flat tax e alleanze europee non hanno certo portato benefici. L’ultimo sondaggio realizzato dall’Istituto Swg, sulle intenzioni di voto per le prossime elezioni europee, vede il consenso verso l’alleanza gialloverde scendere dal 55,1 al 53,8 per cento. A sorridere, nell’ultima settimana, è, invece, il Partito democratico che con il 22,1 per cento aggancia nuovamente i pentastellati. E il neo segretario dem Zingaretti non ha lesinato critiche all’esecutivo: «La rissa continua Di Maio-Salvini rappresenta per l’Italia e la sua democrazia un costo enorme. L’immobilismo, l’incertezza sono un pericolo per l’economia che è ferma e per le famiglie che ne pagano il prezzo. Governare insieme e litigare su tutto, bloccando il Paese, è il massimo dell’irresponsabilità».

Chi sale e chi scende
Mentre il M5S perde 0,2 punti percentuali arrivando al 22 per cento, la Lega si conferma il primo partito, pur se in leggera flessione (dal 32,9 al 31,8 per cento). Tra gli alleati del centrodestra stabile Forza Italia (all’8,9 per cento rispetto al 9 per cento dell’ultima rilevazione), mentre Fratelli d’Italia sale dal 4,6 al 4,9 per cento.
Nell’area di centrosinistra, invece, dietro al 22,1 per cento del Pd troviamo l’alleanza tra +Europa e Italia in Comune di Federico Pizzarotti al 3,1 per cento e Sinistra Italiana insieme a Rifondazione Comunista al 2,9 per cento. In coda, Potere al Popolo con l’1,1 per cento.

intenzioni di voto
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 + venti =