Intenzioni di voto, Lega record storico mentre M5S recupera punti sul Pd

Inoltre, le rilevazioni dell'Istituto Swg sulle intenzioni di voto degli italiani evidenziano l'aggancio a Forza Italia da parte di Fratelli d'Italia

Fdi

Un governo che cerca di ricompattarsi e di riunire le sue componenti, ma che nelle intenzioni di voto vede una Lega sempre più distante da tutti gli altri partiti, sia di maggioranza che d’opposizione. Infatti, seppur sia stato dichiarato più volte dai due leader dei partiti che sostengono l’esecutivo, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, che la legislatura non si interromperà prima della sua fine naturale, la Lega veleggia verso percentuali di consenso sempre più alte. Nell’ultima rilevazione effettuata dall’Istituto Swg, il Carroccio riceve il 37,3 per cento delle preferenze, rispetto al 36,5 di appena una settimana fa. In ripresa anche il MoVimento 5 Stelle che sale dal 17,5 al 18,4 per cento, non riuscendo però a riprendersi la posizione di secondo partito ancora occupata dal Partito democratico con il 22,8 per cento (con un calo, però, dello 0,7 per cento).

L’occasione di Fratelli d’Italia
Se la posizione di primo partito italiano sembra difficilmente raggiungibile, almeno nel breve periodo, bisogna tuttavia registrare un cambiamento delle dimensioni di forza all’interno dell’alleanza di centrodestra. Per la prima volta, infatti, le intenzioni di voto evidenziano l’aggancio di Fratelli d’Italia a Forza Italia con il 6,3 per cento. Il partito guidato da Silvio Berlusconi, infatti, nonostante la campagna elettorale svolta in prima persona dal suo leader, non è riuscito ad arginare la diaspora dei consensi passando in un anno dal 14 per cento delle politiche 2018 all’8,8 per cento delle elezioni europee, fino all’attuale 6,3 per cento. Percorso inverso quello effettuato da Giorgia Meloni che, dal 4,4 per cento del 2018 ha visto crescere il suo partito fino al 6,5 per cento delle europee e che, con i numeri attuali e proseguendo su questo trend, si candida seriamente ad essere l’alleato principale di Matteo Salvini per un possibile futuro governo di centrodestra.

Stazionario il centrosinistra
Per quanto riguarda l’opposizione di centrosinistra, invece, insieme al leggero calo del Pd (dal 23,5 al 22,8 per cento)  si registra la leggera crescita di +Europa e dei Verdi (rispettivamente dal 2,7 al 2,8 per cento e dal 2,6 al 2,8 per cento), mentre perde lo 0,2 per cento La Sinistra che si attesta su una percentuale di consensi dell’1,5 per cento.

intenzioni di voto
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)
Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 + 5 =