Intenzioni di voto: Lega sempre più prima, mentre il Pd allunga sui 5 Stelle

L'ultima rilevazione dell'Istituto Swg certifica la crescita continua del partito di Matteo Salvini, con i dem che inseguono aumentando il distacco sui pentastellati

intenzioni di voto

Archiviate le elezioni europee, il governo cerca di voltare pagina e lasciarsi alle spalle la campagna elettorale che ha visto anche i componenti di Lega e M5S andare contro i propri alleati nell’esecutivo giallo-verde. Le polemiche hanno spinto il premier, Giuseppe Conte a indire una conferenza stampa in cui si è rivolto direttamente ai leader dei partiti che compongono la maggioranza, per conoscere la loro opinione in merito all’alleanza e al contenuto del contratto di governo da portare a termine. La risposta dei due vicepremier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio è stata a favore dell’alleanza tra i due partiti. Tuttavia, Salvini ha chiesto che nell’esecutivo ci si lasci alle spalle veti e rinvii e si prosegua con l’approvazione di provvedimenti come il decreto sicurezza bis, mentre Di Maio ha invocato il rispetto del contratto di governo.

Le critiche al governo
Sul fronte dell’opposizione, invece, il segretario del Pd, Nicola Zingaretti parla di un governo in crisi che non sa cosa fare e deve affrontare il problema dei conti pubblici trovandosi davanti a «due strade: aumentare l’Iva o tagliare welfare e servizi». Intervenuto alla trasmissione “L’aria che tira” su La7, Zingaretti commenta il risultato del Pd alle elezioni europee che hanno decretato il sorpasso del partito sul MoVimento 5 Stelle: «Menomale che la gente che vota Pd vota il partito e non il leader. Sono contento, perché noi vogliamo essere un movimento di persone che sopravvive al leader. Negli ultimi dieci anni i partiti del leader, che erano visti come la vera innovazione della politica italiana, sono tutti andati a finire male… si sono dissolti».

Sale la Lega, il Pd insegue
La soddisfazione di Zingaretti può essere giustificata anche dai dati sulle intenzioni di voto degli italiani. L’ultima rilevazione dell’Istituto Swg, infatti, il Partito democratico si conferma il secondo partito italiano con il 23,5 per cento delle preferenze, aumentando il distacco dai 5 Stelle al 17,5 per cento. Allo stesso tempo, però, prosegue la crescita di consensi della Lega che, con il 36,5 per cento, si conferma sempre più primo partito. Inoltre, in prospettiva di future elezioni, l’alleanza di centrodestra, unita, si troverebbe attualmente al 50 per cento dei consensi. Forza Italia, infatti, è al 6,9 per cento (in calo rispetto all’8,8 per cento delle europee), mentre Fratelli d’Italia conquista il 6,6 per cento dei consensi.
Per quanto riguarda il centrosinistra, invece, + Europa, dal voto per l’Europarlamento scende dal 3,1 al 2,7 per cento, i Verdi guadagnano 0,3 punti percentuali arrivando al 2,6 percento, mentre La Sinistra è stabile all’1,7 per cento.

intenzioni di voto
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × due =