Intenzioni di voto, non si arresta l’ascesa della Lega

Il partito di Matteo Salvini è sempre più primo, come attesta il Sole 24 Ore dai dati dei vari istituti demoscopici. E un'alleanza tra Carroccio e FdI è oltre il 40 per cento

intenzioni di voto

Grazie al caso Sea Watch, la Lega fa il pieno di consensi e vola nei sondaggi. A rivelarlo è il Sole 24 Ore che rilancia una serie di sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani. I dati dell’Istituto Swg, certificano uno stato di salute invidiabile del partito del vicepremier, Matteo Salvini, come sottolineato dal direttore scientifico dell’Istituto demoscopico, Enzo Risso: «Lo scatto della Lega – spiega – c’è stato già 2 settimane fa, quando è arrivata al 37,3 per cento, poi una settimana fa ha toccato il 38 per cento all’apice dello scontro con la capitana Carola Rackete, adesso il partito si è stabilizzato al 37,5 per cento. Va inoltre aggiunto che, nonostante la guerra mediatica sulla Sea Watch 3, la Lega ha più consensi di tre settimane fa».

La leadership della Lega
Quello del Carroccio è un trend in crescita che va avanti da mesi, prosegue Risso nella sua analisi: «La Lega è ampiamente il primo partito a 15 punti di distanza dal secondo partito che è il Pd. Il M5S, al 17,4 per cento, non dà segnali di una ripresa di vitalità rispetto al voto deludente per il Parlamento europeo». Inoltre, a seguito dei risultati degli altri partiti, ad oggi Salvini potrebbe puntare a un governo soltanto con l’appoggio di Giorgia Meloni. Lega e Fratelli d’Italia, insieme, oscillerebbero tra il 42 e il 46 per cento. Tuttavia, mentre il Carroccio continua a prosciugare il bacino di Forza Italia, fa concorrenza al partito della Meloni, insidiandolo sul suo stesso terreno politico e costringendolo a estremizzare la sua comunicazione.

La situazione nel centrodestra
Il Sole 24 Ore, poi, presenta una panoramica dei vari sondaggi degli istituti demoscopici relative alle intenzioni di voto degli italiani, riguardo il centrodestra.
Come rileva Antonio Noto, Lega e Fratelli d’Italia hanno superato abbondantemente il 40,8 per cento delle elezioni europee. A guadagnare voti è soprattutto la Lega arrivata al 38 per cento dei consensi, mentre Fratelli d’Italia è intorno all’8 per cento, superando Forza Italia ferma al 6,5 per cento delle preferenze.
Alcune differenze, invece, si riscontrano nell’analisi dell’Swg che vede la Lega al 37,5 per cento e il partito di Giorgia Meloni al 6,6. Infine, secondo Euromedia Research, il partito di Silvio Berlusconi, dopo una flessione post europee, sta recuperando qualche consenso e si attesta al 6 per cento. Per quanto riguarda l’aumento di voti della Lega, spiega Alessandra Ghisleri, questi sembrano provenire dagli elettori dei 5 Stelle «mentre non risultano passaggi di voti provenienti da Forza Italia».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × 2 =