Intenzioni di voto, salgono Lega e Pd cala il M5S

Un sondaggio dell'Istituto Swg evidenzia come quello guidato da Matteo Salvini sia saldamente il primo partito, mentre i dem recuperano terreno sui pentastellati

intenzioni di voto

Si potrebbe chiamare effetto primarie. Il Partito democratico, infatti, dopo la chiamata ai gazebo dei suoi elettori, che hanno scelto come nuovo segretario il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, continua a riscuotere consensi e a salire nei sondaggi. Come risulta, infatti, dall’ultima rilevazione effettuata dall’Istituto Swg, i dem rispetto a una settimana fa hanno guadagnato un altro mezzo punto percentuale portandosi così al 20,3 per cento.

Lega al comando, 5 Stelle in discesa
Tuttavia, il dato relativo al Pd risulta ancora più importante se messo in parallelo a quanto sta avvenendo al MoVimento 5 Stelle. I grillini, infatti, in una settimana, complici anche le polemiche sulla Tav e le discussioni interne al governo, hanno perso lo 0,3 per cento attestandosi così al 21,8 per cento (crollando di più di 10 punti rispetto al 32,7 per cento delle elezioni politiche di un anno fa), con solo 1 punto e mezzo di vantaggio sui dem. All’interno del governo gialloverde, dunque, ride solo la Lega, saldamente primo partito, che aumenta ancora il suo consenso passando dal 33,4 al 33,7 per cento. Un dato che, nel 2018 subito dopo le politiche del 4 marzo, quando erano al 17,4 per cento, in pochi avrebbero pronosticato.
Per quanto riguarda gli altri partiti di centro destra, invece, è stabile Forza Italia che dall’8,8 passa all’8,9 per cento, mentre cala leggermente Fratelli d’Italia che perde lo 0,3 per cento e si attesta al 4,1.
Nell’area di centrosinistra, invece, +Europa scende dal 3 al 2,8 per cento, mentre gli altri partiti salgono dal 2,4 al 2,6 per cento.

intenzioni di voto
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)