Inter soffre ma piega il Sassuolo  

L’Inter soffre nel quarto d’ora finale ma riesce a imporsi in trasferta per 4-3 al Mapei Stadium contro il Sassuolo, una vittoria che permette ai nerazzurri di lasciarsi alle spalle le sconfitte prima della sosta contro Barcellona e Juventus e soprattuto di restare in scia ai bianconeri in classifica a un solo punto di distanza.  

La squadra di Conte domina per 74′ portandosi sul 4-1 ma subisce il prepotente ritorno degli avversari che segnano due reti e mettono paura alla seconda forza del campionato. A decidere la sfida contro i neroverdi emiliani le doppiette di Lautaro e Lukaku che rendono inutili le reti di Berardi, Djuricic e Boga per i padroni di casa che restano fermi a quota 6 in 15esima posizione ma con una partita (in trasferta a Brescia) da recuperare.  

Prima del fischio d’inizio minuto di raccoglimento per ricordare il patron del Sassuolo, Giorgio Squinzi, deceduto 15 giorni fa dopo una lunga malattia. La partita si sblocca dopo appena due minuti: corta respinta della difesa neroverde su un calcio d’angolo, la palla arriva a Lautaro che defilato sulla sinistra va a segno con un potente diagonale di destro che non lascia scampo a Consigli.  

Al 16′ arriva il pareggio dei padroni di casa con Berardi. L’azione degli emiliani nasce da un errore di Biraghi, Traoré ruba palla e serve in area il talento calabrese che calcia in diagonale dalla destra trovando l’angolino opposto. Dopo due gol annullati a Lautaro e Caputo per fuorigioco, al 38′ gli uomini di Conte ritornano in vantaggio grazie a Lukaku che riceve in area, difende palla tenendo lontano Peluso con il fisico e poi scarica di potenza in rete.  

Prima della fine della frazione Lautaro si guadagna un rigore, concesso da Giacomelli per un evidente fallo in area ai suoi danni di Marlon. Dagli 11 metri Lukaku spiazza Consigli e firma il 3-1.  

Dopo dieci minuti del secondo tempo Inter vicina al poker. Ancora Lautaro, che gestisce il contropiede nerazzurro portando palla da centrocampo e, sfruttando il movimento di Lukaku che si allarga a sinistra, decide di mettersi in proprio e calcia in porta dal limite, di sinistro: Consigli respinge con i pugni. Al quarto d’ora occasione del Sassuolo per accorciare il match: punizione di Berardi deviata e rimpallo che favorisce Caputo che conclude appena fuori di destro, con Handanovic immobile. Al 26′ l’inter cala il poker con un calcio di rigore assegnato per un netto fallo di Muldur ai danni di Barella. L’esecuzione di Lautaro spiazza Consigli per il 4-1. 

La partita non è finita e regala ancora emozioni. Al 74′ e all’81’ i neo entrati Djuricic e Boga accorciano le distanze. Il serbo trova l’angolino con un diagonale destro dal limite dell’area, mentre l’ivoriano va a segno dopo una splendida azione personale con tre avversari saltati in dribbling e conclusione precisa di piatto imparabile per Handanovic. Il finale vede i padroni di casa in attacco e l’Inter in affanno ma il risultato non cambia più fino al triplice fischio di Giacomelli.