Interrogazione Lega su Conte: “Chiarisca su concorso e rapporti con Alpa”  

Oggi al Senato, prima firma Lucia Borgonzoni, la Lega deposita l’interrogazione sul presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Dal partito di Salvini, come si legge nel testo, si chiedono chiarimenti sui rapporti professionali dell’attuale premier con il professore Guido Alpa, relativamente al concorso del 2002 per “professore ordinario di Diritto privato in un concorso a cattedra bandito dalla facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Campania ‘L. Vanvitelli’, la cui commissione giudicatrice vedeva al suo interno il Professor Guido Alpa”.La Lega richiama, inoltre il fatto che nel 2002 Conte ‘ha aperto con il prof. avv. Guido Alpa un nuovo studio legale dedicandosi al diritto civile, al diritto societario e fallimentare’. Riferendosi,inoltre, al fatto che “sul sito del Garante per la protezione dei dati sono riportati i nomi di entrambi i Professori per incarichi di patrocinio in ben dieci differenti processi a partire del 2002, con inizio sempre nello stesso giorno, ma non sempre liquidati contestualmente”. 

Visto che il “presidente del Consiglio, nell’escludere che il Prof. Avv. Alpa fosse in una condizione di incompatibilità con il candidato Conte, ha dunque più volte sostenuto pubblicamente la sua totale autonomia e l’inesistenza di alcun rapporto di interdipendenza economica con il Prof. Avv. Alpa”, la Lega ora chiede di “sapere se il Presidente del Consiglio può escludere che esistano progetti di parcella firmati da entrambi e su carta cointestata riferiti ai patrocini prestati al Garante per la protezione dei dati personali”. E “se, in caso contrario, come ciò possa conciliarsi con la più volte ribadita autonomia e se reputi opportuno che un Presidente del Consiglio, nell’escludere un conflitto, ricostruisca i fatti omettendo di esplicitare elementi decisivi”, conclude l’interrogazione.